Condividi
  • Facebook
  • Twitter
18/7/2017

Armando Testa, creatore di immagini

Il Mart di Rovereto dedica una mostra al grande pubblicitario, nel centenario della nascita, esplorando i suoi riferimenti artistici nei movimenti d’avanguardia del Novecento

Il Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, sede di Rovereto, dedica una mostra ad Armando Testa, una delle menti più eclettiche e feconde del panorama creativo italiano, di cui ricorre quest’anno il centenario di nascita (1917-1992). “Tutti gli ‘ismi’ di Armando Testa” è il titolo dell’esposizione, curata da Gianfranco Maraniello con Gemma De Angelis Testa e in programma dal 22 luglio al 15 ottobre.

La rassegna è concepita come un percorso immaginifico alla scoperta dell’universo visivo del grande pubblicitario torinese, maestro nella grafica e nei testi, le cui creazioni si sono imposte per forza comunicativa e spirito giocoso entrando nella memoria collettiva di generazioni. Lungo l’itinerario, scandito da alcune interviste all’autore, sfilano personaggi e immagini divenuti icone della cultura visiva del secondo dopoguerra: Caballero e Carmencita del caffè Paulista, la bionda della birra Peroni, l’elefante Pirelli, le geometrie rosse del vermouth Carpano.

Sono esposti bozzetti, manifesti, spot televisivi, disegni, collage, serigrafie e fotografie, ma anche dipinti e sculture. L’opera di Testa, infatti, attraversa il Novecento in contatto diretto con le energie e le sperimentazioni delle avanguardie storiche; le sue invenzioni rielaborano suggestioni, temi formali, stilemi, tipologie e tecniche dei grandi maestri del XX secolo. L’esposizione esplora proprio questi riferimenti, la costellazione di “ismi” – Futurismo, Astrattismo, Surrealismo – di cui Testa è stato un “traduttore” d’eccezione.

Armando Testa, Carmencita e Caballero, 1965, gesso; collezione Gemma De Angelis Testa
Armando Testa, Carmencita e Caballero, 1965, gesso; collezione Gemma De Angelis Testa

torna all'inizio del contenuto