Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Speciali » Cento anni fa la Grande Guerra » Europeana 1914-1918, a Roma doppio appuntamento tra storia e memoria digitale
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

5/4/2013

Europeana 1914-1918, a Roma doppio appuntamento tra storia e memoria digitale

Il 15 maggio alla Biblioteca Nazionale una giornata di formazione sulle fonti storiche della Grande Guerra e di raccolta di testimonianze e cimeli per l’archivio online europeo 

14-18. Documenti e immagini della Grande Guerra
14-18. Documenti e immagini della Grande Guerra

Entrano nel vivo, in Italia come nel resto d’Europa, le iniziative per la celebrazione del centesimo anniversario della Prima Guerra Mondiale. Un doppio appuntamento, che punta a coinvolgere soprattutto i più giovani nella preservazione e divulgazione della memoria storica, è in programma il prossimo 15 maggio a Roma, nella Biblioteca Nazionale Centrale: la giornata di formazione “Fonti  storiche e Grande  Guerra”, rivolta alle scuole, e la raccolta di testimonianze e cimeli per il progetto di digitalizzazione Europeana 1914-1918

La giornata di formazione – organizzata dall’Iccu - Istituto Centrale per il Catalogo Unico, dalla Biblioteca Nazionale Centrale Vittorio Emanuele II, dall’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, dalla Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea e dalla Biblioteca Universitaria Alessandrina – è indirizzata agli studenti e ai docenti delle scuole medie e superiori ed  è incentrata sull’individuazione e la valorizzazione, all’interno dei programmi di studio della storia nazionale e locale del Novecento, di quelle fonti documentarie nate proprio durante la Prima Guerra Mondiale o peculiari di quel conflitto: fotografie dal fronte, manifesti e volantini propagandistici, giornali di trincea, letteratura di guerra e cimeli.
 
L’approccio, didattico, metterà in evidenza le metodologie di lavoro dello storico e gli strumenti oggi a sua disposizione, con particolare riferimento alle nuove tecnologie digitali. Verrà posta l’attenzione, inoltre, sul rapporto tra storia nazionale e storie personali e, quindi, sulla rilevanza, accanto ai documenti ufficiali, delle testimonianze possedute da famiglie e privati. I partecipanti (che riceveranno un attestato di frequenza), nello spirito di una partecipazione attiva al “fare storia”, avranno anche la possibilità di portare e far scansionare documenti e cimeli.
 
Ogni intervento del programma approfondirà una tipologia di fonte, presentando, come esempi concreti, documenti conservati all’interno di archivi storici e biblioteche.
All’introduzione di Rossella Caffo (direttrice dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico) e di Patrizia Martini (Iccu), nella quale verrà presentato anche il sito 14-18. Documenti e immagini della Grande Guerra (www.14-18.it), seguiranno i contributi dei relatori. 
 
“La fotografia di guerra” sarà oggetto del primo intervento, di Marco Pizzo (Museo Centrale del Risorgimento). Sul tema “I giornali di trincea e i volantini di propaganda” interverrà Simonetta Buttò (Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea). A seguire gli interventi sui manifesti di propaganda e sulla letteratura di guerra, curati rispettivamente dalla Biblioteca Universitaria Alessandrina e dalla Biblioteca Nazionale Centrale. Infine, Emanuele Martinez (Museo Centrale del Risorgimento) ed Emilia Ludovici (Museo di Castel Sant’Angelo) parleranno della “guerra in salotto” ovvero dei cimeli.  




iconaInserisci un nuovo commento




captcha