Condividi
  • Facebook
  • Twitter
4/7/2012

Fabio Mauri, l'ideologia come arte

A Milano, a Palazzo Reale, una retrospettiva dedicata all'artista, protagonista dell'avanguardia a partire dagli anni Cinquanta. In mostra disegni, monocromi e installazioni  

La mostra milanese dedicata all’artista Fabio Mauri è ospitata in esclusiva dal 18 giugno al 23 settembre nelle sale di Palazzo Reale. “Fabio Mauri. The end”, a cura di Francesca Alfano Miglietti e prodotta dal Comune di Milano - Cultura, Moda, Design, offre al pubblico una nutrita selezione delle opere dell’artista: dalle installazioni alle performance il percorso espositivo si articola in una sezione dedicata ai disegni inediti, in un secondo itinerario focalizzato sulle installazioni e in un terzo che ruota intorno agli Schermi, grandi monocromi ispirati al cinema e alla civiltà delle immagini.
 
«Con questa mostra», ha spiegato l’assessore alla Cultura Stefano Boeri, «ampliamo il ciclo di approfondimento dedicato all’arte e alla cultura degli anni Settanta»; Mauri, artista, drammaturgo e animatore delle avanguardie a partire dagli anni Cinquanta, è stato infatti un grande protagonista nel panorama culturale italiano.
 
Da questa importante retrospettiva emerge una poetica fortemente legata  alla storia, particolare come collettiva, dall’avvento del fascismo, fino al dolore per i suoi più cari amici deportati e mai ritornati. È centrale per l’artista il tema dell’arte declinata secondo la sua personale tensione ideologica con costante attenzione alla drammatica condizione dell’uomo, individuale e universale, in quella continua e contrastata dialettica tra forma, immagine e storia.
 
Scrive Francesca Alfano Miglietti nel catalogo della mostra: «Lo sguardo che richiedono le opere di Fabio Mauri  è uno sguardo en voyeur (inevitabile controfaccia della pietas). Ci chiedono di osservare dunque. Di identificarci e, nel contempo, di mantenere la distanza».
  
Fabio Mauri. The End, Palazzo Reale, Milano
Fabio Mauri. The End, Palazzo Reale, Milano

torna all'inizio del contenuto