Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Il Maggio Fiorentino festeggia 75 anni in viaggio con Vespucci
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

30/4/2012

Il Maggio Fiorentino festeggia 75 anni in viaggio con Vespucci

Novanta eventi e duecento ospiti per l'edizione di quest'anno. Diversi gli omaggi: Claude Debussy, Giulio Ricordi, John Cage. Zubin Mehta dirige "Der Rosenkavalier" di Strauss. In programma ad agosto una tournée in Sud America

Teatro dell'Opera di Firenze, Maggio Musicale Fiorentino
Teatro dell'Opera di Firenze, Maggio Musicale Fiorentino

Con un cartellone ricchissimo, prende il via il 4 maggio la 75ª edizione del Festival del Maggio Musicale Fiorentino, che quest’anno propone al pubblico novanta eventi, con duecento ospiti, quarantadue istituzioni e ventitré luoghi coinvolti a Firenze. Nel corso di cinque settimane, la rassegna ha in programma sei prime assolute e due prime italiane, nonché un’offerta musicale per ognuno dei trentotto giorni. D’altronde, i festeggiamenti sono tanti, perché il festival celebra numerose ricorrenze, che si intrecciano per ispirare i temi di quest’edizione, tra le rappresentazioni di opere e balletti, i concerti, i convegni, le presentazioni di libri e molte altre iniziative di interesse. Il programma prevede, difatti, novità di spicco, dal grande ritorno della prosa all’interno del cartellone del Festival, in coproduzione con il Teatro della Pergola, al workshop per giovani musicisti, dalla prima assoluta di Silvia Colasanti e dai numerosi appuntamenti dedicati alla musica contemporanea alla valorizzazione degli archivi del teatro con una mostra e un volume, per arrivare a Maggio i-Tech con print@home, dirette via streaming, sopratitoli su smartphone e tablet, una trasmissione radio dedicata.
 
Oltre alle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita di Claude Debussy (1862-1918), per i cento anni dalla morte di Giulio Ricordi (1840 - 1912) e le ricorrenze in ricordo di molti altri noti personaggi, il festival rende omaggio ad Amerigo Vespucci (1454-1512), di cui si ricordano i cinquecento anni dalla morte: non a caso, tra i leitmotiv di quest’edizione spicca il tema del viaggio, che sarà al centro della lectio magistralis di Alberto Arbasino e Miguel Rojas Mix, in occasione della cerimonia di inaugurazione, venerdì 4 maggio, alle 11. Inoltre, il tema del viaggio dalla Mitteleuropa porterà il Teatro, interpreti e spettatori, dal festival all’importante tournée in Sud America (7-21 agosto 2012).
 
Dopo l’anteprima con "Aspettando il Maggio" e le esibizioni in città della banda dell’Arma dei Carabinieri e il loro concerto finale al Nuovo Teatro (giovedì 3 maggio, alle 17), a inaugurare la rassegna sarà l’opera Der Rosenkavalier di Richard Strauss, messa in scena per la prima volta il 26 gennaio del 1911, che sarà diretta da Zubin Mehta, con scene di Hans Schavernoch, i costumi di Catherine Voeffray, le luci di Manfred Voss; il cast contempla Angela Denoke, Kristinn Sigmundsson, Caitlin Hulcup, Eike Wilm Schulte, Sylvia Schwartz.
 
All’artista toscano Massimo Bartolini (1962) è stato affidato il compito di proporre un’idea e un’immagine simbolo per la copertina del numero unico. Con questa scelta, il festival riprende un’attività nata nel 1933, con l’immagine ideata da Giovanni Piombanti Ammannati: sabato 2 giugno alle 19, Massimo Bartolini presenterà Ballad, (for a tree), opera verrà eseguita nella sezione "Maggio contemporanea" presso il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze dal sassofonista Edoardo Marraffa che darà nuovamente vita alla sequenza dell’installazione, alla presenza dell’autore.
 
Tra le novità dell’edizione 2012, ci sarà anche l’appuntamento Maggio Etnico, che vedrà il Nuovo Teatro dell’Opera divenire il palcoscenico per La notte del tango, Grande Orchestra di Tango, di Juan José Mosalini (considerato l’erede di Astor Piazzolla), in collaborazione con Flog - Musica dei Popoli, mercoledì 23 maggio alle 21.30. Il tango sarà anche proposto nell’ambito della rassegna cinematografica, con le proiezioni Lezioni di tango di Sally Potter del 1997, mercoledì 16 maggio, proposto accanto alle altre visioni ad ingresso gratuito, al Cinema Odeon.
 
Diverse, inoltre, le iniziative didattiche e gli appuntamenti dedicati ai bambini, così come ai giovani, che vengono coinvolti sia come interpreti e protagonisti (con il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, la Scuola di Musica di Fiesole, l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, Maggio Fiorentino Formazione).
 
Sempre nell’ambito delle celebrazioni per i centenari domenica 13 maggio si terrà A night with John Cage, compositore statunitense nato nel 1912 e morto nel 1992, in programma alla Stazione Leopolda con la collaborazione di  Contempoartensemble, Fondazione Fabbrica Europa, L’Homme Armé e Tempo Reale in Four.
 
È stata allestita, inoltre, la mostra “Dissonanze e consonanze pittoriche e musicali al Maggio Guttuso-Scialoja-Vlad 1948-1951”, nel Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, visitabile al pubblico durante gli orari degli spettacoli.

Tra le nuove proposte del festival, vi è anche l’appuntamento del 10 giugno, in chiusura, con il grande Barocco, che vedrà Fabio Biondi dirigere l’Israel in Egypt HWV 54 di Georg Friedrich Händel, mentre tra gli eventi fuori festival, si segnala quello di martedì 12 giugno, con Eugene Kohn sul podio dell’ Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, per dirigere un concerto che avrà per protagonisti il soprano Angela Gheorghiu e il tenore Saimir Pirgu: l’iniziativa segna la liaison fra il Festival del Maggio Musicale Fiorentino e The Tuscan Sun Festival.



Collegamenti

Metadati correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha