Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Architettura » Sottsass, la centralità del disegno
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

15/12/2017

Sottsass, la centralità del disegno

A Parma un’ampia mostra dedicata al grande progettista: 700 pezzi in un percorso cronologico che evidenzia le costanti visive e metodologiche

Ettore Sottsass Junior, Senza titolo. Composizione con elementi di arredo (esame di architettura degli interni. Arredamento e decorazione, Scuola Superiore di Architettura, Politecnico di Torino, 1939-40), senza data (1939-40), pastello a cera, china acquarello su carta applicata su carta, 34x49,3cm (composizione), 42x59,5cm (supporto); esame di architettura degli interni. Arredamento e decorazione, Scuola Superiore di Architettura, Politecnico di Torino, 1939-40
Ettore Sottsass Junior, Senza titolo. Composizione con elementi di arredo (esame di architettura degli interni. Arredamento e decorazione, Scuola Superiore di Architettura, Politecnico di Torino, 1939-40), senza data (1939-40), pastello a cera, china acquarello su carta applicata su carta, 34x49,3cm (composizione), 42x59,5cm (supporto); esame di architettura degli interni. Arredamento e decorazione, Scuola Superiore di Architettura, Politecnico di Torino, 1939-40

Il Centro Studi e Archivio della Comunicazione (Csac) dell’Università di Parma, al quale Ettore Sottsass donò nel 1979 oltre 14 mila materiali progettuali (schizzi, bozzetti e disegni) e 24 sculture, dedica all’autore, nel centenario della nascita, un importante progetto espositivo ed editoriale, patrocinato dal Comune. “Ettore Sottsass. Oltre il design” è la mostra allestita dal 18 novembre fino all’8 aprile 2018 nell’Abbazia di Valserena, a Parma; Ettore Sottsass 1922-1978 (Silvana Editoriale) è il catalogo a stampa frutto del lavoro di catalogazione e digitalizzazione dell’intero fondo.

L’esposizione, prodotta e organizzata dallo Csac dell’Università di Parma e curata da un gruppo di lavoro composto da storici dell’architettura, del design e dell’arte contemporanea, designer e archivisti, è costituita da circa 700 pezzi selezionati all’interno dell’archivio e presentati in una struttura narrativa cronologica  (a partire da un disegno infantile del 1922) che fa emergere alcune costanti visive e metodologiche dell’autore. Il titolo rimanda proprio alla pratica di lavoro di Sottsass, anche al di là dell’attività di designer, in cui il disegno ha una centralità assoluta, come strumento di progettazione e soprattutto come momento di riflessione e di verifica formale.

Tra i temi approfonditi i progetti grafico editoriali degli anni Quaranta, quelli architettonici degli anni Cinquanta e le ceramiche degli anni Sessanta e Settanta; gli interni, il disegno degli oggetti e i gioielli; le ricerche visive; i progetti espositivi e le partecipazioni ai Littoriali e alle Triennali di Milano; il rapporto con la cultura americana, con la cultura beat e radicale; i rapporti con le aziende Poltronova, Olivetti e Bitossi.

Il gruppo di lavoro comprende Francesca Balena Arista, Elisa Boeri, Giampiero Bosoni, Federico Bucci, Chiara Fauda Pichet e Chiara Lecce del Politecnico di Milano; Giulia Daolio, Elisabetta Modena, Simona Riva, Marco Scotti, Marta Sironi e Francesca Zanella dello Csac; Milco Carboni (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e Accademia di Belle Arti Mario Sironi di Sassari), Emanuele Piccardo (storico dell’architettura), Marcella Turchetti (Associazione Archivio Storico Olivetti) e Marina Vignozzi Paszkowski (Archivio Industriale Bitossi - Fondazione Vittoriano Bitossi).

Grafica e allestimento sono firmati da Daniele Ledda (Xycomm) ed Elisabetta Terragni (Studio Terragni Architetti).





iconaInserisci un nuovo commento




captcha