Condividi
  • Facebook
  • Twitter
28/4/2017

World Press Photo, le immagini del nostro tempo

In mostra a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, i lavori vincitori dell’ultima edizione del prestigioso premio internazionale; riconoscimenti per quattro italiani

Si inaugura a Roma, in prima mondiale insieme a Siviglia e Lisbona, la mostra dell’edizione 2017 del Premio World Press Photo, uno dei più prestigiosi riconoscimenti al mondo per il fotogiornalismo, assegnato dal 1955 dalla Fondazione World Press Photo di Amsterdam. La rassegna, allestita al Palazzo delle Esposizioni dal 28 aprile al 28 maggio, è organizzata dall'Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con 10b Photography.

La giuria ha giudicato 80.408 immagini, relative a otto categorie (ciascuna suddivisa in storie e scatti singoli) inviate da 5.034 fotografi di 125 nazionalità e ha premiato 45 fotografi di 25 paesi (Italia compresa), i cui lavori sono presentati nell’esposizione. La foto dell’anno, An Assassination in Turkey (Un assassinio in Turchia), scelta nella categoria “Spot News”, è del fotografo turco Burhan Ozbilici, della sede di Istanbul, dell’agenzia Associated Press, realizzata ad Ankara il 19 dicembre del 2016: mostra l’uccisione dell’ambasciatore russo in Turchia, Andrei Karlov, da parte del poliziotto turco Mevlut Mert Altintas durante l’inaugurazione di una mostra d’arte.

Le altre categorie sono “Temi d’attualità”, “Vita quotidiana”, “Notizie generali”, “Progetti a lungo termine”, “Natura”, “Persone” e “Sport”.

Gli italiani premiati sono quattro: Francesco Comello (terzo premio nella categoria “Vita quotidiana - Storie” per L'Isola della Salvezza, reportage su una comunità spirituale in Russia); Antonio Gibotta (secondo premio con Enfarinat, “Persone - Storie”, lavoro dedicato alla tradizionale battaglia degli infarinati in Spagna), Giovanni Capriotti (vincitore con la storia di rugby Boys Will Be Boys nella categoria “Sport”) e Alessio Romenzi (terzo premio per il reportage dalla Libia We Are Not Taking Any Prisoners, “Notizie generali”).

Francesco Comello, L'Isola della Salvezza
Francesco Comello, L'Isola della Salvezza

torna all'inizio del contenuto