Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » “I Bolscevichi al potere”, immagini dalla Rivoluzione d’Ottobre
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

10/11/2017

“I Bolscevichi al potere”, immagini dalla Rivoluzione d’Ottobre

A cento anni dallo storico evento una mostra a Milano presenta una selezione di fotografie provenienti da archivi internazionali

Alexander Rodchenko, "Lilya Brik (1891-1978), definita dal poeta e politico cileno Pablo Neruda "musa dell'avanguardia russa". Scrittrice e socialista russa, era in relazione con molte figure rilevanti dell'avanguardia artistica russa negli anni tra il 1914 e il 1930. Fu amante dello scrittore Vladimir Mayakovsky e fu sposata a lungo con il poeta, editore e critico letterario Osip Brik (1888-1945). Il suo nome era spesso abbreviato come "Л.Ю." or "Л.Ю.Б." che sono le prime lettere della parola russa «любовь», che tradotta significa amore", 1924; © Heritage / AGF
Alexander Rodchenko, "Lilya Brik (1891-1978), definita dal poeta e politico cileno Pablo Neruda "musa dell'avanguardia russa". Scrittrice e socialista russa, era in relazione con molte figure rilevanti dell'avanguardia artistica russa negli anni tra il 1914 e il 1930. Fu amante dello scrittore Vladimir Mayakovsky e fu sposata a lungo con il poeta, editore e critico letterario Osip Brik (1888-1945). Il suo nome era spesso abbreviato come "Л.Ю." or "Л.Ю.Б." che sono le prime lettere della parola russa «любовь», che tradotta significa amore", 1924; © Heritage / AGF

La Casa di Vetro di Milano ospita dall’11 novembre al 10 marzo 2018 la mostra “I Bolscevichi al potere. 1917-1940: dalla Russia rivoluzionaria al terrore staliniano”, allestita in occasione del centenario della Rivoluzione d’Ottobre. La rassegna, prodotta da Eff&Ci – Facciamo Cose, è curata da Alessandro Luigi Perna.

In esposizione circa sessanta immagini provenienti da archivi storici internazionali, tra i quali quelli di alcuni musei russi, distribuite in Italia da Agf - Agenzia Giornalistica Fotografica, per un racconto tappa per tappa del passaggio violento dal regime imperiale zarista alla dittatura comunista.

Il percorso espositivo parte dalla fase finale della Rivoluzione Russa che, con la presa del Palazzo d’Inverno a Pietrogrado (San Pietroburgo) del 7-8 novembre, 25-26 ottobre secondo il calendario giuliano, portò all’instaurazione della Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa e poi dell’Unione Sovietica, e aprì un’intera epoca, conclusasi con la caduta del Muro di Berlino del 1989. L’itinerario documenta un periodo sanguinoso: l’azione armata del Partito bolscevico guidato da Lenin e Lev Trockij contro il governo repubblicano provvisorio di Aleksandr Fëdorovič Kerenskij per assumere il potere a nome dei Soviet degli operai, dei soldati e dei contadini; la successiva guerra civile; la morte di Lenin e la successione di Stalin alla guida del partito; le grandi purghe e deportazioni degli anni Trenta; l’esilio e l’assassinio di Trockij.

“I Bolscevichi al potere” è inserita in un più ampio progetto, History & Photography, di cui il curatore della mostra è ideatore e responsabile, che ha l’obiettivo di raccontare la storia con la fotografia (e la storia della fotografia), valorizzare gli archivi storici fotografici e renderli fruibili al grande pubblico, in particolare ai più giovani e alle scuole.




Collegamenti

In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha