Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » “La riscoperta dell’America”, arte italiana dal Futurismo al Pop
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

11/4/2017

“La riscoperta dell’America”, arte italiana dal Futurismo al Pop

A Milano una mostra in due sedi, Museo del Novecento e Gallerie d’Italia, ricostruisce i rapporti tra i nostri artisti e gli Stati Uniti tra l’inizio e gli anni Sessanta del secolo scorso

Gastone Novelli, Per ricordare la vita, 1959, tecnica mista e collage su tela, 125x170cm; Collezione Intesa Sanpaolo
Gastone Novelli, Per ricordare la vita, 1959, tecnica mista e collage su tela, 125x170cm; Collezione Intesa Sanpaolo

Una mostra in due sedi a Milano concentra l’attenzione sul contributo di importanti artisti italiani, attraverso i loro viaggi e contatti negli Stati Uniti dai primi decenni agli anni Sessanta del Novecento, all’internazionalizzazione del mondo e del mercato dell’arte. La rassegna si intitola “New York New York. La riscoperta dell’America: arte italiana dal Futurismo alla Pop Art”, è curata da curata da Francesco Tedeschi e allestita, dal 13 aprile al 17 settembre, negli spazi del Museo del Novecento e delle Gallerie d’Italia. In esposizione di circa 150 opere, distribuite in modo complementare nei due percorsi.

Al Museo del Novecento è protagonista l’immaginario americano, con particolare riferimento a quello newyorchese, degli artisti italiani. Sono esposte opere di Fortunato Depero, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Corrado Cagli, Vinicio Paladini, Alberto Savinio, Pietro Consagra, Afro, Toti Scialoja, Tancredi, Giulio Turcato, Costantino Nivola, Gastone Novelli, Fausto Pirandello, Arnaldo Pomodoro, Paolo Baratella, Sergio Lombardo, Titina Maselli, Mimmo Rotella, Tano Festa, Emilio Isgrò. Una sezione a sé è dedicata all’opera fotografica di Ugo Mulas.

Nelle Gallerie d’Italia a Piazza Scala, polo museale e culturale di Intesa Sanpaolo, vengono ricostruiti, invece, i rapporti con le istituzioni, le gallerie e i collezionisti statunitensi che hanno valorizzato la presenza artistica italiana sul territorio Usa. L’itinerario ha inizio con la mostra “XX Century Italian Art”, tenutasi nel 1949 al Museum of Modern Art di New York, con capolavori di Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà, Giorgio Morandi, Massimo Campigli, Marino Marini e Virgilio Guidi. A seguire opere di autori degli anni Cinquanta e Sessanta tra i quali Carla Accardi, Afro, Gianfranco Baruchello, Enrico Baj, Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Alik Cavaliere, Ettore Colla, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Renato Guttuso, Lucio Fontana, Pino Pascali, Achille Perilli, Michelangelo Pistoletto, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Giuseppe Santomaso, Mario Schifano, Francesco Somaini, Toti Scialoja ed Emilio Vedova.

L’evento è promosso dal Comune e da Intesa Sanpaolo in collaborazione con la casa editrice Electa, che pubblica il catalogo.




Collegamenti

In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha