Condividi
  • Facebook
  • Twitter
14/5/2018

“Limina”, il rigore di Dorazio

A Reggio Emilia una mostra incentrata sul decennio 1975-85 dell’artista, caratterizzato dalla ricerca sulla linea

La galleria VV8artecontemporanea di Reggio Emilia ospita dal 13 maggio al 24 giugno la mostra “Limina”, dedicata al decennio 1975-1985 di Piero Dorazio, che espone una quindicina di opere, tra quadri di grande, medio e piccolo formato, del grande artista romano. La rassegna è realizzata in collaborazione con la galleria Lorenzelli Arte di Milano.

Il titolo fa riferimento all’innovazione a alla tensione verso la ricerca dell’essenza ultima che ha sempre caratterizzato l’autore (1927-2005) fin da quando nel 1947 fondò il gruppo Forma 1, per poi affermarsi sulle maggiori ribalte nazionali e internazionali dell’arte contemporanea, dalla Biennale di Venezia al Moma di New York.

Il periodo dell’opera di Dorazio su cui si concentra il percorso espositivo è ancora poco frequentato dal mercato dell’arte, ma raccoglie l’espressione più matura della sua poetica, quando l’esuberanza del colore tipica degli anni Settanta e Ottanta viene domata dal rigore della linea, esito di una riflessione maturata nell’antico convento di Todi, dove il pittore si stabilì nel 1974.

Piero Dorazio, Inter-nos, 1985, olio su tela, 200x150cm
Piero Dorazio, Inter-nos, 1985, olio su tela, 200x150cm


torna all'inizio del contenuto