Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Veneto » "Magister Canova", un viaggio nel processo creativo dell'artista
Esplora

Regioni

Veneto Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

26/6/2018

"Magister Canova", un viaggio nel processo creativo dell'artista

A Venezia, alla Scuola Grande della Misericordia, una mostra tra spettacolo e approfondimento, con un'installazione monumentale di Fabrizio Plessi

Tempere sulla danza di Canova, appena restaurate; Gypsotheca e Museo Antonio Canova, Possagno; foto: Fabio Zonta
Tempere sulla danza di Canova, appena restaurate; Gypsotheca e Museo Antonio Canova, Possagno; foto: Fabio Zonta

“Magister Canova” è la mostra in cui spettacolo e approfondimento, emozione e conoscenza si fondono alla perfezione e che viene proposta, dal 16 giugno al 22 novembre, presso la Scuola Grande della Misericordia, a Venezia, con la cura di Mario Guderzo.

Ad accogliere i visitatori, al pianoterra una monumentale installazione site-specific di Fabrizio Plessi, un omaggio a Canova, un’opera che vuole simboleggiare il viaggio nella mente dell’artista. Dopo l’immersione nei colori e nelle forme dell’opera di Plessi, la visita prosegue al piano superiore, dove lo spazio è connotato da un enorme blocco di marmo, bianco come quello di Carrara, realizzato in architettura tessile.

In questo spazio, in dialogo architettonico con la sala della Scuola Grande della Misericordia, sono allestite diverse aree di approfondimento che permettono al pubblico di esplorare l’intera vicenda canoviana, come quella riservata ai disegni originali a soggetto anatomico conservati presso la Biblioteca dell’Istituto Superiore di Sanità, o quella dedicata all’illustrazione del processo creativo maturato da Antonio Canova, e che ha rivoluzionato la successiva storia della scultura europea.

Ad accompagnare passo a passo lo spettatore nel percorso creativo dello scultore veneto, c’è la voce narrante di Adriano Giannini, chiamato anche a leggere alcune delle lettere del giovane Canova; la colonna sonora originale è affidata al violoncello di Giovanni Sollima. La direzione artistica è del maestro Luca Mazzieri, in collaborazione con Alessandra Costantini, architetto e progettista. I contenuti sono affidati al Comitato Scientifico composto da Giuseppe Pavanello, Steffi Roettgen, Johannes Myssok, Andrea Bellieni.




Collegamenti

Metadati correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha