Condividi
  • Facebook
  • Twitter
24/7/2017

“Magister Giotto”, un racconto multimediale

A Venezia un percorso espositivo verbale-visivo-musicale alla scoperta dell’arte del grande maestro

In occasione delle celebrazioni dei 750 anni dalla nascita di Giotto (1267-1337) la Scuola Grande della Misericordia di Venezia ospita dal 13 luglio al 5 novembre la mostra multimediale “Magister Giotto”, prima di una trilogia dedicata a grandi maestri che proseguirà con Antonio Canova nel 2018 e Raffaello nel 2019, un format prodotto da Cose Belle d’Italia Media Entertainment.

L’esposizione ha la direzione artistica di Luca Mazzieri, autore e regista, e la direzione esecutiva di Alessandra Costantini, architetto e progettista, ed è curata da Alessandro Tomei, professore ordinario di storia dell’arte medievale presso l’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti-Pescara, e Giuliano Pisani, filologo classico e storico dell’arte membro del Comitato dei Garanti per la Cultura Classica del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Il comitato scientifico è formato da Cesare Barbieri, professore emerito di astronomia presso l’Università di Padova, e Stefania Paone, professore aggregato di storia dell’arte medievale presso l’Università della Calabria a Cosenza, con la consulenza di Serena Romano Gosetti di Sturmeck, professore ordinario di storia dell’arte medievale presso l’Università di Losanna.

Il percorso espositivo, della durata di circa 45 minuti, si snoda in sette ambienti tra il piano terra e il primo piano; ad accompagnare i visitatori la voce narrante del celebre attore Luca Zingaretti e la drammaturgia musicale di Paolo Fresu. Si tratta di un itinerario verbale-visivo-musicale che inizia con la ricostruzione dell’imponente Croce del Presepe di Greccio e prosegue con le altre Storie di San Francesco della Basilica superiore di Assisi, la Cappella degli Scrovegni di Padova, i maestosi Crocifissi e le altre opere realizzate a Firenze, per concludersi con la Missione Giotto realizzata nel 1986 dall’Agenzia Spaziale Europea, che intercettò la Cometa di Halley dipinta nell’Adorazione dei Magi della Cappella degli Scrovegni.

La rassegna è corredata da un catalogo Fmr e da un volume di pregio in tiratura limitata pubblicato da Utet Grandi Opere. “Magister Giotto” farà tappa successivamente a Tokyo e Kyoto, in Giappone.

allestimento della mostra "Magister Giotto a Venezia"
allestimento della mostra "Magister Giotto a Venezia"


In rete

torna all'inizio del contenuto