Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » "Novecento di carta", la grafica italiana del XX secolo
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

4/4/2018

"Novecento di carta", la grafica italiana del XX secolo

Al Castello Sforzesco di Milano una mostra di disegni, incisioni e libri d'artista dei più celebri maestri novecenteschi: in esposizione circa 200 opere rappresentative delle diverse tendenze

Marcello Dudovich, Il corredo del bambino, 1915-1918, pastello e tempera su carta, 49,1x68,8cm; Civico Gabinetto dei Disegni, Milano; foto: Saporetti Immagini d'Arte, Milano; © Marcello Dudovich by SIAE 2018
Marcello Dudovich, Il corredo del bambino, 1915-1918, pastello e tempera su carta, 49,1x68,8cm; Civico Gabinetto dei Disegni, Milano; foto: Saporetti Immagini d'Arte, Milano; © Marcello Dudovich by SIAE 2018

Nell’ambito del palinsesto culturale “Novecento Italiano” il Comune di Milano - Cultura e la Soprintendenza del Castello Sforzesco, in collaborazione con Electa, presentano la mostra a cura di Claudio Salsi “Novecento di carta”, dal 23 marzo al 1º luglio presso il Castello Sforzesco, Sala Viscontea e Sala dei Pilastri.

In esposizione disegni, incisioni e libri d’artista dei più celebri maestri del secolo scorso, opere della grafica italiana del Novecento conservati nelle raccolte civiche e nelle collezioni di Intesa Sanpaolo. Un’occasione per mostrare al pubblico una selezione di lavori provenienti da un patrimonio unico per qualità e varietà, e normalmente non visibile per ragioni conservative. L’ultima esposizione di parte di queste opere del Novecento risale, infatti, al 1991. Circa 200 esemplari vengono esposti nel luogo che per primo ha ospitato le istituzioni d’arte cittadine: proprio dalle collezioni riunite al Castello Sforzesco infatti, grazie ad acquisti e donazioni fin dai primi anni del Novecento, si è costituito il patrimonio culturale pubblico da cui sono derivate le diverse realtà museali della città, quali la Galleria d’Arte Moderna, il Museo del Risorgimento, il Museo del Novecento, il Museo delle Culture (Mudec).

La rassegna è una galleria di lavori di pittori e scultori italiani da Alberto Martini a Umberto Boccioni, Amedeo Modigliani, Carlo Carrà, Giorgio De Chirico, Mario Sironi, Giorgio Morandi, Luigi Bartolini, Lucio Fontana, Marino Marini, Afro, Enrico Baj, Giuseppe Capogrossi, Alberto Burri, Michelangelo Pistoletto, Alighiero Boetti e Federica Galli, allestita secondo una scansione cronologica per raccontare artisti e tendenze che hanno attraversato il secolo breve. Le opere provengono dalle collezioni del Gabinetto dei Disegni, della Civica Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli”, della Galleria d’Arte Moderna, delle Civiche Raccolte Storiche, del Museo del Novecento, della Casa-Museo Boschi Di Stefano, della Biblioteca d’Arte, del Centro di Alti Studi sulle Arti Visive e si arricchiscono inoltre con un prestito delle collezioni di Intesa Sanpaolo di circa 30 opere.

In occasione della mostra la Soprintendenza Castello, in collaborazione con l’Area Biblioteche, organizza “Milano Graphic Art”, il 12 e 13 maggio, due giorni di eventi dedicati alla grafica d’arte tra esposizioni, dimostrazioni, laboratori didattici, incontri e visite guidate presso stamperie e studi d’artista. Il progetto, curato da un gruppo di studenti dell’Università Cattolica - corso di laurea in Scienze dei Beni culturali, coinvolge maestri incisori e giovani artisti attivi sul territorio milanese, con l’intento di avvicinare il pubblico della città alle tecniche della stampa d’arte, del disegno, del libro d’artista e al mondo dell’illustrazione e del fumetto.




Collegamenti

Metadati correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha