Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » “Pescatore d’immagini”, le foto di strada di Doisneau
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

11/10/2017

“Pescatore d’immagini”, le foto di strada di Doisneau

A Pavia una mostra antologica dedicata al grande maestro che immortalò la vita quotidiana nella Parigi degli anni Cinquanta

Robert Doisneau, Le Baiser de l'Hôtel de Ville; Atelier Robert Doisneau
Robert Doisneau, Le Baiser de l'Hôtel de Ville; Atelier Robert Doisneau

Settanta tra i più celebri scatti del celebre fotografo francese Robert Doisneau (1912-1994) sono in mostra dal 14 ottobre al 28 gennaio 2018 nel Broletto di Pavia nell’esposizione “Pescatore d’immagini”, curata da Francine Deroudille e Annette Doisneau dell’Atelier Robert Doisneau in collaborazione con Piero Pozzi, prodotta e realizzata da Di Chroma Photography e ViDi - Visit Different, in collaborazione con la Fondazione Teatro Fraschini e il Comune.

Le Baiser de l'Hôtel de Ville, Les pains de Picasso, Prévert au guéridon sono alcune delle icone del percorso espositivo, che è un itinerario parigino, nei giardini, lungo la Senna, per le strade del centro e della periferia, nei bistrot e nelle gallerie d’arte. I soggetti prediletti sono le donne, gli uomini, i bambini, gli animali della città. Quella che l’autore ha tramandato ai posteri è la Parigi delle antiche professioni, dei mercati di Les Halles, dei caffè esistenzialisti di Saint Germain des Prés, punto d’incontro per intellettuali, artisti, musicisti, attori, poeti, come Jacques Prévert col quale condivise, fino alla sua morte, un’amicizia fraterna.

«Le meraviglie della vita quotidiana sono così eccitanti; nessun regista può ricreare l’inaspettato che si trova nelle strade»: così lo stesso Doisneau sintetizzava il senso del suo lavoro. Maestro della fotografia di strada, ha puntato l’obiettivo sulla gente comune, fermando l’attimo o anche in foto posate come il Bacio dell’Hotel de Ville del 1950, in particolare sui bambini e sui temi del gioco e dell’istruzione. Il catalogo è pubblicato da Skira.




Collegamenti

Articoli correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha