Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » “Tutti in moto!”, cento anni d’arte
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

10/1/2017

“Tutti in moto!”, cento anni d’arte

Due mostre a Pontedera, al Palazzo Pretorio e al Museo Piaggio, approfondiscono il mito della velocità nella pittura, scultura e fotografia del Novecento

Mario Sironi, Uomo nuovo, 1918 circa, tempera, china e matita grassa su carta, 41x30,5cm
Mario Sironi, Uomo nuovo, 1918 circa, tempera, china e matita grassa su carta, 41x30,5cm

Il mito della velocità e il suo riflesso nelle arti figurative del Novecento è il tema di due mostre in corso a Pontedera, in provincia di Pisa (9 dicembre - 14 maggio): “Tutti in moto! Il mito della velocità in cento anni di arte”, allestita al Palp - Palazzo Pretorio Pontedera a cura di Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci; “Futurismo, velocità e fotografia”, curata da Giovanni Lista, ospitata, invece, nel Museo Piaggio.

Il primo percorso espositivo, a Palazzo Pretorio, racconta il passaggio da un’Italia agreste all’era delle macchine mediante sezioni dedicate ai diversi mezzi di locomozione: il treno, il tram, il piroscafo, la bicicletta, l’automobile, l’omnibus, la motocicletta, la mongolfiera, l’aerostato e l’aereo a motore. Un focus è dedicato alla Vespa, in occasione del settantesimo compleanno. In esposizione oltre 250 opere, tra dipinti, sculture, fotografie e manifesti di grandi maestri, tra i quali Giovanni Fattori, Lorenzo Viani, Gino Severini, Carlo Carrà, Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Fortunato, Depero, Ferruccio Ferrazzi, Moses Levy, Duilio Cambellotti, Marino Marini, Carlo Levi, Primo Conti, Aroldo Bonzagni, Ram, Thayaht, Gerardo Dottori, Mario Sironi, Ivo Pannaggi, Tato, Bot, Nino Franchina, Francesco Cangiullo, Regina, Tullio Crali, Osvaldo Peruzzi, Plinio Nomellini, Filippo Tommaso Marinetti, Bruno Munari.

Al Museo Piaggio trovano collocazione 21 opere di grande formato che ripercorrono i temi affrontati a Palazzo Pretorio, affiancati da alcuni storici veicoli a due ruote e da una rassegna articolata su due livelli che si concentra sull’incidenza delle macchine e dei campioni della velocità nella storia del movimento futurista e sulla ricerca dei futuristi nel campo della fotografia, con l’esposizione di macchine fotografiche d’epoca. Si possono ammirare più di cento fotografie di grandi autori, tra i quali i fratelli Arturo e Carlo Ludovico Bragaglia, Tato, Fedele Azari.

Il doppio appuntamento è promosso dalla Fondazione per la Cultura Pontedera, dal Comune e dalla Fondazione Piaggio, con il patrocinio dalla Regione Toscana e realizzato con la collaborazione di numerosi partner e collezionisti; il catalogo è pubblicato da Bandecchi & Vivaldi. Con la mostra “Tutti in moto!” si inaugura il Palp, riconvertito dopo imponenti lavori di restauro a nuovo spazio espositivo. L’amministrazione comunale per tutto il 2017 proporrà un programma di iniziative dedicate all’arte contemporanea: “Arte per non dormire - Pontedera e oltre - XXI secolo”; l'evento di punta sarà una grande mostra a Villa Crastan che ripercorrerà dieci anni di interventi artistici nella città.





iconaInserisci un nuovo commento




captcha