Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Firenze rievoca l’Epifania con la Cavalcata dei Magi
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

4/1/2009

Firenze rievoca l’Epifania con la Cavalcata dei Magi

Tradizionale appuntamento con la manifestazione di origine rinascimentale: il corteo storico sfilerà da Palazzo Pitti al Duomo, dove saranno consegnati i doni ai piedi del presepe vivente

<p>la Cavalcata dei Magi (Archivio Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze)</p>

la Cavalcata dei Magi (Archivio Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze)

Nel giorno dell'Epifania torna a Firenze l'annuale rievocazione della Cavalcata dei Magi. La manifestazione, promossa dall'Opera di Santa Maria del Fiore e nata nell'ambito dei festeggiamenti per i 700 anni dalla posa della prima pietra della Cattedrale, è giunta alla tredicesima edizione dell'epoca “ moderna”.

Nel XV secolo una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi organizzava una rappresentazione detta Festa de' Magi con periodicità inizialmente triennale e poi, dal 1447, quinquennale. Per l’occasione sfilava per le vie cittadine la Cavalcata dei Magi, composta da tre diversi cortei che si riunivano davanti al Battistero e proseguivano uniti fino alla Basilica di San Marco per adorare Gesù Bambino. Della Compagnia, chiamata anche La Stella, fecero parte i principali esponenti dei Medici. Dopo la cacciata della famiglia dalla città, nel 1494, l'iniziativa fu quindi soppressa. La Cavalcata subì varie trasformazioni, perdendo progressivamente il suo carattere religioso, finché si estinse.

Ripresa sotto gli auspici dell'Arcidiocesi fiorentina, del Capitolo del Duomo, in collaborazione con il Comune di Firenze e con la partecipazione dei comuni della provincia, la manifestazione è oggi una delle maggiori rievocazioni dell'Epifania a livello nazionale



Il programma della giornata prevede l'allestimento, alle 11 sul sagrato del Duomo, del presepe vivente. All'interno della Cattedrale è visitabile anche il presepe allestito dall'Opera, che rievoca la Firenze del Quattrocento: la capanna, infatti, è ispirata a quella raffigurata dal Ghirlandaio nell'Adorazione dei Magi dello Spedale degli Innocenti, mentre le figure riproducono gli originali quattrocenteschi conservati al Museo Diocesano di Arte Sacra.



Alle 14.15 la Cavalcata partirà da Palazzo Pitti per arrivare, dopo aver percorso via Guicciardini, Ponte Vecchio, Por Santa Maria e via Vacchereccia, a Piazza della Signoria, dove ad attenderla troverà i Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina

La sfilata proseguirà poi per piazza del Duomo, dove alla presenza delle autorità civili e religiose, ai piedi del presepe vivente saranno deposti i doni dei Magi. Dopo lo scoppio della colubrina, l'antico cannoncino da campagna di epoca rinascimentale, la cerimonia si avvierà alla conclusione, col lancio di palloncini recanti messaggi di pace e la distribuzione di un piccolo ricordo ai bambini partecipanti.



La giornata prevede vari momenti di spettacolo e musica: prima della partenza del corteo, a piazza Pitti, si esibirà il balletto rinascimentale della Contrada Alfiere Giostra della Stella di Bagno a Ripoli mentre sul Sagrato del Duomo il Piccolo Coro Melograno canterà brani natalizi. Gli zampognari del Gruppo Baghet “I pie de Solt” suoneranno musiche del repertorio della tradizione popolare.

È attesa la partecipazione di centinaia di figuranti (lo scorso anno sono stati circa 700). I comuni coinvolti sono Bagno a Ripoli, Calenzano, Empoli, Fiesole, Figline Valdarno, Foiano della Chiana, Montemurlo, Palazzuolo sul Senio, Pisa, Rignano Sull'Arno, Rufina, Scarperia, Signa, Sesto Fiorentino e Vernio. Alla realizzazione dell’iniziativa concorrono anche l'Associazione Provinciale Allevatori di Firenze e il Corpo Forestale dello Stato di Firenze.





iconaInserisci un nuovo commento




captcha