Condividi
  • Facebook
  • Twitter
1/7/2009

Cinema di qualità sugli schermi dell’Umbria Film Festival

Il comune di Montone ospita la tredicesima edizione della manifestazione: spazio alle pellicole nazionali e internazionali che non hanno avuto una larga diffusione; premi al regista Ferrario e al produttore del “Divo”; in anteprima l’ultimo cartone animato di Wallace e Gromit

Dall’8 al 12 luglio l’Umbria Film Festival torna nel comune umbro di Montone (in provincia di Perugia), raggiungendo la tredicesima edizione. Grandi personalità del cinema internazionale saranno presenti nel borgo medievale umbro. Il festival – organizzato dall'Associazione Umbria Film Festival onlus e dal Comune – riunirà opere e autori che, pur avendo ricevuto premi in tutto il mondo, non hanno ottenuto la diffusione dei film di cassetta o dei grandi prodotti industriali.


Ospiti della kermesse la regista danese Lone Scherfig (che ha diretto Italiano per principianti), che presenterà in anteprima An Education con Carey Mulligan, premio del pubblico al Sundance Festival di Robert Redford: la vicenda del rapporto fra una diciassettenne e un trentenne nella Londra degli anni Sessanta, tratta dalle memorie della giornalista britannica Lynn Barber, che segna il debutto alla sceneggiatura dell’autore di Alta fedeltà Nick Hornby.


Al regista italiano Davide Ferrario – anch’egli ospite del festival – saranno assegnate le Chiavi della città e il Premio per la Ricerca come miglior film italiano dell’anno per il suo Tutta colpa di Giuda. Le Chiavisaranno consegnate ancheal produttore napoletano Nicola Giuliano: sua la produzione dei film di Sorrentino da L’uomo in più aIl Divo; fondatore della casa produttrice Indigo Film con Francesca Cima, ha vinto nel 2008 il David di Donatello come miglior produttore cinematografico per La ragazza del lago.


Un’altra anteprima rilevante dell’Umbria Film Festival sarà l’ultimo lavoro della Aardman Animation con il nuovo capitolo della saga di Wallace & Gromit: A Matter of Loaf and Death, firmato da Nick Park, condirettore della Aardman, insieme ai fondatori Peter Lord e David Sproxton; il film è stato trasmesso il giorno di Natale dell’anno scorso da Bbc One.


Per quanto riguarda i giovani autori emergenti sono da segnalare il ritorno a Montone di Shane Meadows, regista emergente inglese con Somers town; latrentenne bosniaca Aida Begic, vincitrice con l’opera prima Snijeg della “Settimana della critica” all’ultimo Festival di Cannes, e la regista indipendente statunitense Kelly Reichardt con il suo Wendy & Lucy: una storia on the road ambientata in Alaska che ha per protagonisti una donna e il suo cane.


L’Umbria Film Festival ha nel suo programma anche il concorso internazionale di corti per bambini, che quest’anno si svolgerà in contemporanea nella cittadina francese di Le Broc, la sezione“Umbriametraggi” dedicata ai filmaker nati o residenti nella regione con la partnership della storica emittente interregionale Retesole e la sezione “Migranti”, patrocinata dal Ministero del Lavoro, che prevede una tavola rotonda sul tema della società multietnica: tema di quest’anno “Quale scuola per una società multietnica”.
Wallace & Gromit: A Matter of Loaf and Death
Wallace & Gromit: A Matter of Loaf and Death

torna all'inizio del contenuto