Condividi
  • Facebook
  • Twitter
22/9/2010

Mario Botta, mezzo secolo di progetti

Al Mart di Rovereto un’esposizione ripercorre la lunga e fortunata attività dell’architetto ticinese: modelli, disegni e fotografie mostrano sessanta opere realizzate in tutto il mondo, dalle abitazioni private ai grandi edifici pubblici

Mezzo secolo di fortunata attività professionale dell’architetto svizzero italiano Mario Botta è ripercorso dalla mostra allestita al Mart di Rovereto (Trento) dal prossimo 25 settembre al 23 gennaio 2011. Dalle prime case unifamiliari, originali espressioni della scuola ticinese, agli edifici pubblici – biblioteche, teatri, musei, chiese e sinagoghe – realizzati in tutto il mondo, l’esposizione, curata dallo Studio Mario Botta di Lugano, presenta le opere più significative del progettista nato a Mendrisio nel 1943 e formatosi a Venezia.
 
Il percorso espositivo “Mario Botta. Architetture 1960-2010” propone circa 60 progetti di edifici realizzati, documentati con schizzi e modelli originali, fotografie e disegni inediti. L’itinerario di visita si snoda in dodici sezioni: dagli “Incontri”, che rappresentano una vera e propria introduzione, ai lavori più recenti per i grandi spazi urbani. L’ultimo segmento è dedicato alle creazioni di oggetti di design e agli allestimenti di interni.
 
Si ripercorre così una ricerca che trae origine dall’elaborazione della tradizione del Movimento Moderno, prosegue negli anni senza cedimenti su questa linea e si configura oggi come critica ai modelli e delle mode imposti dalla globalizzazione. L’architetto ticinese progetta edifici che trovano la propria ragione d’essere nella consapevolezza di interpretare la sensibilità della cultura contemporanea evocando nel contempo quel patrimonio di storia e di memoria che costituisce l’identità dell’architettura europea. Passato e presente convivono, senza nostalgie né velleità tecnologiche, in forme essenziali che modellano lo spazio di vita dell’uomo e che, rispettando le funzioni alle quali devono rispondere, aspirano a offrire inedite emozioni.
Mario Botta, Nuova sede Campari a Sesto San Giovanni, 2004-2009 (foto Mario Carrieri)
Mario Botta, Nuova sede Campari a Sesto San Giovanni, 2004-2009 (foto Mario Carrieri)


torna all'inizio del contenuto