Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » “L'Italia Unitaria”, capolavori dalle collezioni lecchesi
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Evento

30/11/2010

“L'Italia Unitaria”, capolavori dalle collezioni lecchesi

Nella Quadreria “Bovara Reina” di Malgrate una mostra di pittura raccoglie dipinti ottocenteschi della Fondazione Cariplo e di altre raccolte private. L’esposizione nasce come sviluppo di un progetto didattico e coinvolge gli studenti di tre istituti nella catalogazione delle opere, nell’allestimento e nelle visite guidate

Opera in mostra di Francesco Hayez
Opera in mostra di Francesco Hayez

Dal 27 novembre al 19 dicembre, in occasione dei centocinquanta anni dell’Unità d’Italia, la Quadreria “Bovara Reina” di Malgrate (Lecco) presenta la mostra "L'Italia Unitaria nelle collezioni d'arte della Fondazione Cariplo e in altre raccolte private locali", promossa dalla Fondazione della Provincia di Lecco onlus.



L’itinerario espositivo si snoda attorno a ventitré capolavori della pittura dell'Ottocento italiano, rendendo visibili opere di proprietà del patrimonio artistico della Fondazione Cariplo e in parte provenienti da collezionisti del territorio lecchese, realizzate dai grandi artisti dell’epoca, quali Francesco Hayez, Giovanni Fattori, Domenico e Girolamo Induno, Sebastiano De Albertis, Gioacchino Toma e Angelo Trezzini. La mostra presenta, inoltre, anche alcuni cimeli risorgimentali autentici provenienti da collezionisti privati, dalla Raccolta Museale del Comune di Primaluna e dal Comune di Malgrate.



L’esposizione è nata come sviluppo e continuazione di un progetto di "mostra virtuale", realizzato in ambito scolastico da tre studenti del Liceo Classico "Alessandro Manzoni" di Lecco, Valentina Gualtieri, Emanuele Molteni e Luigi Regazzoni, con il coordinamento della docente di storia dell'arte, Laura Polo D'Ambrosio, per il concorso nazionale "Olimpiadi del Patrimonio 2010”. A partire da questa fase iniziale, Il progetto, condiviso dalla Fondazione della Provincia di Lecco onlus, è stato ripreso e integrato senza tradire l’idea originale e coinvolgendo, inoltre, nella sua concreta  attuazione, gli alunni e i docenti di alcuni istituti superiori del Lecchese. Non a caso,  il presidente della Fondazione di Lecco, Mario Romano Negri ha affermato che«Nell’imminenza dell’anno celebrativo della costituzione dello Stato unitario, il mondo della scuola, da cui è venuta l’idea e che ha contribuito alla sua realizzazione concreta, è il principale destinatario di una iniziativa che inaugura, anche in terra manzoniana, una rivisitazione critica e non retorica, dei personaggi, dei moventi e dei sacrifici che hanno popolato lo scenario risorgimentale. Si esplica così un servizio alla comunità, nel segno di una missione di promozione civile e culturale che le nostre fondazioni vogliono interpretare con il concorso e l’aiuto di quanti, in questa e in altre occasioni, condividono l’impegno per lo sviluppo qualitativo della convivenza sociale nel territorio lecchese».



Tra questi, si sono naturalmente distinti gli studenti del Liceo “Manzoni", realizzando le schede di nove opere provenienti da collezioni locali; le schede di lettura del corpus di dipinti della Fondazione Cariplo provengono, invece, dal portale "Artgate", coordinato dalla professoressa Giovanna Ginex. Altra caratteristica della mostra è quella di coinvolgere gli studenti anche nel ruolo di guide: difatti, dopo aver partecipato a un corso di formazione condotto dalla società di didattica culturale MateriaViva, gli studenti si occuperanno delle visite guidate per le scuole superiori. Agli studentidel Liceo Artistico "Medardo Rosso" di Lecco, su coordinamento del professor Luigi Tintori e dell'architetto Giorgio Rota, è stato, invece, affidato il compito di realizzare la grafica e i materiali di comunicazione dell'evento, progettando anche l'allestimento della mostra. Infine gli studenti del Centro di formazione professionale "Aldo Moro" di Valmadrera, sotto la direzione del maestro falegname Riccardo Villa, hanno creato le strutture in legno utilizzate per gli allestimenti.



La mostra è stata realizzata anche con il contributo del Comune di Malgrate, dell'agenzia assicurativa Ina Assitalia di Lecco, di Cattaneo Grafiche (che ha editato il catalogo a portfolio) e dell'Associazione ex alunni del Ginnasio-Liceo Manzoni di Lecco.



Tra le iniziative organizzate in occasione della mostra, è in programma per
il15 dicembre, alle 21, la conversazione sul tema de "Il Risorgimento tra la storia e la storia dell'arte", curata da Michele Donnanno e da Laura Polo D'Ambrosio.





iconaInserisci un nuovo commento




captcha