Condividi
  • Facebook
  • Twitter
14/3/2011

 

I "Leonardeschi" celebrano Leonardo

“Da Foppa a Giampietrino”: negli spazi espositivi del Castello Visconteo di Pavia una mostra sull’influenza artistica del genio toscano nel territorio lombardo

Un viaggio per scoprire l’influenza artistica di Leonardo in terra lombarda: è quanto propongono i Musei Civici di Pavia con la mostra “Leonardeschi. Da Foppa a Giampietrino” dedicata ai pittori lombardi attivi tra ilXV e l’inizio del XVI secolo e nel periodo dell’esperienza milanese di Leonardo circostanziata in un lasso temporale che va dal 1482 al 1499 e dal 1507 al 1513.

La rassegna, allestita dal 20 marzo al 10 luglio negli spazi espositivi del Castello Visconteo di Pavia,  presenta nel suo insieme dipinti lombardi del Cinquecento del Museo Statale Ermitage di San Pietruburgo e opere delle collezioni pavesi con l’i ntento di condurre il visitatore a capire quanto il genio di Leonardo abbia determinato e reso possibile in Lombardia nuovi  sviluppi artistici.

L’itinerario espositivo, promosso nell’ambito dell’Anno degli scambi culturali Italia-Russia dal Comune di Pavia, dal Museo Ermitage, dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, dall’A ssociazione Pavia Città Internazionale dei Saperi in collaborazione con Villaggio Globale International, permette, in particolare, di ammirare testimonianze della pittura lombarda del periodo rinascimentale come la Sacra famiglia e Santa Caterina  di Cesare da Sesto, laFlora di Francesco Melzi, la Maria Maddalena penitente di Giampietrino e il San Sebastiano di Bernardino Luini

La mostra, che è il frutto di una sinergia avviata nel 2009 tra Pavia e la Fondazione Ermitage per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico, della ricerca scientifica, del restauro, dello studio della museologia e del collezionismo, è accompagnata da un catalogo Skira.
 

Cesare da Sesto, Sacra Famiglia con Santa Caterina (San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage)
Cesare da Sesto, Sacra Famiglia con Santa Caterina (San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage)

torna all'inizio del contenuto