Condividi
  • Facebook
  • Twitter
1/3/2011

L’inverno russo, scaldato dalle feste

Una mostra a Roma, al Museo di Arti e Tradizioni Popolari, ricostruisce l’atmosfera della Maslenitsa, la settimana di riti di tipo carnevalesco che coinvolgeva sia il popolo che la corte dello zar. L’evento si inserisce nel programma dell’anno culturale Italia-Russia

Carrozze, slitte, costumi e dipinti, per un totale di 200 oggetti, ricostruiscono le atmosfere delle feste invernali alla corte dello zar nella mostra "L’inverno russo", visitabile dal 3 marzo all’8 maggio al Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma.


L’allestimento, curato dai designer pietroburghesi Emil Kapelush e Alexander Malishev, si inserisce nel programma dell’Anno della cultura e della lingua russa in Italia e della cultura e della lingua italiana in Russia ed è stata organizzato incollaborazione con il Festival Internazionale Diaghilev Post Scriptum di San Pietroburgo e con l’Unione Artistica Europea.
 
Cuore delle festività che riscaldavano i rigidi inverni unendo tradizioni popolari e aristocratiche era la Maslenitsa, la settimana dei blini, le tipiche crespelle da accompagnare a ingredienti dolci o salati. Di origine antichissima, pagana, legata all’imminente arrivo della primavera, precede di sette settimane la Pasqua e prevede un rito diverso per ogni giorno, tra incontri e corteggiamenti, serate in compagnia, baldoria e mangiate, addii e perdoni. Scandite da musiche, balli, giochi e dolci, queste giornate ricordano il nostro Carnevale.



Tra gli oggetti esposti si possono ammirare la slitta dello zar Nicola II, una slitta di carnevale del XIII secolo, i costumi del famoso Ballo al Palazzo d’Inverno del 1903, quello del 200° anniversario della fondazione di San Pietroburgo, i costumi del ballo "Veronese", così chiamato in onore del Rinascimento italiano, e le tele del pittore Boris Kustodiev.



Le più prestigiose istituzioni museali della città degli zar hanno contribuito con i loro prestiti alla realizzazione dell’esposizione: l’Ermitage, il Museo di Arte Russa, il Museo Etnografico, il complesso di residenze imperiali di Tsarskoe Selo, la Reggia di Peterhof e il Museo del Teatro e della Musica.
torna all'inizio del contenuto