Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » 250 editori italiani alla Buchmesse, focus su media digitali e letteratura d’infanzia
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Focus

5/10/2012

250 editori italiani alla Buchmesse, focus su media digitali e letteratura d’infanzia

Al via la Fiera di Francoforte, prima piazza mondiale per i contratti tra operatori. La nostra industria del libro registra un aumento della vendita dei diritti all’estero

Frankfurt Buchmesse 2012
Frankfurt Buchmesse 2012

Saranno circa duecentocinquanta gli editori italiani presenti alla 64ª Fiera Internazionale del Libro di Francoforte, in programma dal 10 al 14 ottobre. Il salone tedesco, il più importante appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti e la promozione dell’editoria, accoglierà, su una superficie di 171.790 metri quadrati, oltre settemila espositori di 120 paesi, con la Nuova Zelanda ospite d’onore. 
 
Le nostre case editrici saranno rappresentate dal Punto Italia, uno spazio di 274 metri quadrati (Halle 5.1 C902) allestito dall’Associazione Italiana Editori, dall’Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane e dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Nel Punto Italia verranno presentati circa 1.200 titoli di 48 editori e sarà possibile consultare online il database dei libri in commercio.
 
L'edizione 2012 della Buchmesse si concentra sui media digitali e sulla letteratura per bambini. Quest'ultimo tema viene esplorato anche attraverso una mostra italiana, "Leggevo che ero. Ritratti con libro d'infanzia" (Padiglione 5.1, A 954-B 966), progettata dalla rivista «Andersen» e già presentata a marzo alla Bologna Children’s Book Fair.
 
Il giorno di apertura della kermesse, dopo l'inaugurazione del Punto Italia alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Peluffo, del presidente dell’Aie Marco Polillo, dell’ambasciatore d’Italia in Germania Elio Menzione e del console generale Cristiano Cottafavi, oltre che di rappresentanti dell'industria editoriale, saranno resi noti gli ultimi dati sul settore, a cura dell'Ufficio Studi dell'Aie. In particolare, si parlerà delle tendenze e delle prospettive delle attività internazionali. A questo proposito si può anticipare qualche segnale positivo: la vendita di diritti all’estero (o le coedizioni con case editrici straniere) è aumentata del 16 per cento medio all'anno nell'ultimo decennio (da 1.800 a 4.629 titoli); gli incrementi hanno riguardato diversi generi, dalla narrativa letteraria e d’autore (17 per cento) ai generi rosa, giallo, fantasy e bambini, il segmento di maggior successo con 1.108 titoli (25 per cento), dalla saggistica (16 per cento) ai libri d'arte e illustrati (21 per cento).




iconaInserisci un nuovo commento




captcha