Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Europeana Photography, un secolo di storia nelle immagini d’epoca
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Focus

21/6/2012

Europeana Photography, un secolo di storia nelle immagini d’epoca

Un nuovo progetto contribuirà ad arricchire la biblioteca digitale europea con 500 mila contenuti fotografici di qualità, con particolare riferimento al periodo 1839-1939. L’Italia, con Alinari e l’Iccu, è fra i tredici paesi partner dell’iniziativa 

Europeana Photography
Europeana Photography

Europeana, la biblioteca digitale europea, dispone di milioni di immagini rappresentanti oggetti culturali; tuttavia, le fotografie come oggetti culturali in sé, soprattutto quelle delle origini, non sono ancora presenti in misura significativa. Per colmare questa carenza è nato il progetto di digitalizzazione Europeana Photography (European ancient photographic vintage repositories of digitized pictures of historical quality). 

Si tratta di un’iniziativa a tempo – cominciata il 1° febbraio di quest’anno e con scadenza 31 gennaio 2015 – e con un obiettivo mirato: in tre anni dovranno essere digitalizzate 500 mila fotografie datate dal 1839, epoca dei primi esemplari di Fox Talbot e Daguerre, al 1939, ovvero all’inizio della Seconda Guerra Mondiale.

Il patrimonio iconografico digitalizzato illustrerà la vita, i paesaggi, i volti, i costumi, i cambiamenti sociali ed economici dell’Europa nel corso di cento anni. I contenuti saranno organizzati in quattro categorie:  “Luoghi” (con attenzione sia alle trasformazioni delle città che delle aree rurali ); “Persone” (con ritratti tanto di celebrità che di gente comune); “Eventi” e  “Tendenze o movimenti” (dalla Rivoluzione industriale all’emancipazione femminile, dalle esplorazioni geografiche ai fenomeni artistici).

A raccontare per immagini un secolo di storia contribuiranno prestigiose collezioni di archivi, biblioteche e musei, pubblici e privati. Il consorzio che partecipa al progetto, finanziato nell’ambito del programma della Commissione europea 2007-2013 per la competitività e l’innovazione, comprende 19 partner di 13 Stati membri. I metadati saranno disponibili nelle undici lingue dei paesi partecipanti.

L’Italia è rappresentata da Alinari 24 Ore, con il coordinamento di progetto di Andrea de Polo; dall’Iccu, l’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane, che curerà la disseminazione e la digitalizzazione dell'archivio fotografico della Società Geografica Italiana, e da Promoter.
Gli altri partner sono TopFoto (Gran Bretagna), Imagno (Austria), Parisienne de Photographie (Francia), Polfoto (Danimarca), Centre de Recerca i Difusió de la Imatge (Spagna), GenCat (Spagna), United Archives (Olanda), National and Academic Library and Information System (Bulgaria), Muzeum Historii Fotografii (Polonia), Arbejdermuseet (Danimarca), Divadelný Ústav (Slovacchia), Icimss (Polonia), National Technical University of Athens (Grecia), Ku Leuven (Belgio), Koninklijke Musea voor Kunst en Geschiedenis (Belgio) e Lithuanian Art Museum (Lituania).   



Collegamenti

In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha