Condividi
  • Facebook
  • Twitter
2/7/2015

Luigi Canepa, compositore e didatta

Il Conservatorio di Sassari dedica una mostra virtuale al musicista cui è intitolato, animatore della vita culturale della città tra Otto e Novecento. Online i documenti del fondo antico della biblioteca d’istituto

Una mostra virtuale ricorda il compositore e patriota Luigi Canepa. L’allestimento è stato ideato dal Conservatorio di Sassari, a lui intitolato, in occasione del centenario della morte (1849-1914). Il progetto è stato realizzato col kit open source gratuito Movio messo a disposizione dall’Iccu - Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche.

L’esposizione digitale online, dal titolo “L’opera di Luigi Canepa attraverso le fonti della Biblioteca del Conservatorio di Sassari”, porta a conoscenza di un più ampio pubblico – di musicisti e musicologi ma anche di appassionati – le testimonianze custodite nell’istituto: un patrimonio storico, bibliografico e musicale di primaria importanza per ricostruire le vicende della musica nel centro sardo tra Otto e Novecento. Canepa, le cui opere furono rappresentate in teatri importanti tra i quali La Scala di Milano, conobbe l’apprezzamento della critica e del pubblico del suo tempo come operista e direttore d’orchestra, ma è proprio nel conservatorio sassarese che ha lasciato la sua eredità musicale e spirituale più grande. Didatta appassionato, si prodigò con tutte le sue forze affinché la città avesse una propria scuola di musica.

Al centro della mostra i documenti – testi, musiche manoscritte e autografe, edizioni musicali, registrazioni – che sono parte del fondo antico della Biblioteca del Conservatorio.

Un’ampia sezione illustra la produzione dell’autore: i melodrammi David Rizio (1872), I Pezzenti (1874) e Riccardo III (1879), l’operetta tragicomica Amsicora (1903) e le composizioni d’occasione Il prigioniero di Josephstadt (1872), Largo funebre per Garibaldi (1882) e In onore di Nino Bixio (1898).

La biografia dà conto dell’attività artistica quanto di quella politica: Canepa, infatti, si unì ai garibaldini nella campagna per la liberazione di Roma partecipando alla spedizione che si concluse con la battaglia di Mentana. Una pagina, infine, è dedicata al Conservatorio che ha preso il suo nome.

il sito della mostra "L'opera di Luigi Canepa attraverso le fonti della Biblioteca del Conservatorio di Sassari"
il sito della mostra "L'opera di Luigi Canepa attraverso le fonti della Biblioteca del Conservatorio di Sassari"

torna all'inizio del contenuto