Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Liguria » Sala degli Armatori, al Galata un nuovo allestimento sulla storia di Genova
Esplora

Regioni

Liguria Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Focus

3/3/2017

Sala degli Armatori, al Galata un nuovo allestimento sulla storia di Genova

Un percorso espositivo multimediale racconta l’evoluzione dell’industria navale lungo più di un secolo

Sala degli Armatori, Galata Museo del Mare di Genova
Sala degli Armatori, Galata Museo del Mare di Genova

Il Galata Museo del Mare di Genova si arricchisce di un nuovo allestimento, al terzo piano: la Sala degli Armatori, protagonisti della storia della città e del suo porto. Il progetto, realizzato in collaborazione tra l’Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni e l’Associazione Promotori, con la cura dello staff scientifico del Mu.Ma, viene inaugurato oggi, 2 marzo.

Quella raccontata è la storia di alcune dinastie – originate da figure come quelle di Erasmo Piaggio, Andrea Corrado, Angelo Costa, Carlo Cameli, Ignazio Messina, GB Bibolini, Ernesto Fassio, Alberto Ravano – ma è anche la storia della grande espansione tra Ottocento e Novecento, di due conflitti mondiali, della crisi economica degli anni Trenta, della ricostruzione e del boom economico tra gli anni Cinquanta e Sessanta, per arrivare alla nuova epoca della globalizzazione.

Il percorso espositivo, che si avvale di modelli e ricostruzioni, fotografie, documenti, testi, filmati e videoproiezioni immersive, è diviso in sette sezioni: “Il porto di Genova”, “I traffici”, “Lo Stato e gli armatori”, “Gli equipaggi”, “Il mestiere”, “L’innovazione”, “Gli armatori si raccontano”.

L’itinerario di visita si sviluppa in due scenografiche gallerie di oltre quaranta metri dove “navigano” diciotto modelli di navi, tra mercantili e passeggeri, che erano nei depositi museali, o negli uffici degli armatori, esposti al pubblico per la prima volta. Quattro filmati originali, realizzati su sceneggiatura del direttore del Mu.MA, Pierangelo Campodonico, con la regia di Federico Basso e recitati dagli attori della scuola del Teatro Stabile e del teatro in genovese, raccontano alcuni momenti salienti. Punti di ascolto e di navigazione interattiva offrono testimonianze sui temi delle diverse sezioni. Due videoproiezioni a tutta parete in computer grafica a 4k realizzate da ToonTaun raccontano il bombardamento durante la Seconda Guerra Mondiale e una manovra di pilotaggio nel porto di Genova nel 1941. Un simulatore di pilotaggio della plancia di comando di una moderna nave consente ai visitatori di mettersi ai comandi ed effettuare tre tipi di manovre. Completa l’offerta un programma di attività didattiche e formative dedicate e pensate in particolare per gli studenti del Nautico, ma disponibili per le scuole di ogni ordine e grado.




Collegamenti

In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha