Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Torna la Settimana della Cultura: porte aperte a musei, archivi e biblioteche
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare




Petition by iPetitions
 

Focus

9/4/2012

AGENDA

Torna la Settimana della Cultura: porte aperte a musei, archivi e biblioteche

Al via la XIV edizione dell’iniziativa del Mibac; in programma, per l’occasione, visite guisate, laboratori, convegni e concerti. Tra gli appuntamenti della settimana il Festival della Fotografia Etica a Lodi. Il Museo del Paloelitico di Isernia inaugura un nuovo padiglione 

XIV Settimana della Cultura
XIV Settimana della Cultura

Dopo i festeggiamenti per la Pasqua, al via anche quest’anno dal 14 al 22 aprile la XIV Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali: l’evento si svolge su tutto il territorio nazionale e permette al pubblico di entrare gratuitamente in musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali e di partecipare alle attività proposte nel calendario di eventi, sempre molto ricco, tra convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti.
 
A precedere il debutto dell’iniziativa, saranno alcuni appuntamenti di spicco, tra cui la terza edizione del Festival della Fotografia Etica, a Lodi. La rassegna, che dà spazio alle immagini della contemporaneità privilegiando i temi sociali, si svolge dal 12 al 15 aprile, proponendo seminari, dibattiti, letture di portfolio ma soprattutto mostre e videoproiezioni. Quest’anno il festival propone due nuove sezioni – Spazio Giovani e Spazio Libri – e conferma lo Spazio Ong e il concorso World Report Award - Premio Italiano di Fotogiornalismo.
 
L’arte contemporanea è ben rappresentata in questa settimana da diverse esposizioni, tra cui si segnalano a Milano due aperture nel giorno del 12 aprile, “Gli artisti italiani della Collezione Acacia - Associazione Amici Arte Contemporanea”, mostra allestita a Palazzo Reale fino al 24 giugno, curata da Gemma De Angelis Testa e Giorgio Verzotti, che presenta al pubblico circa trenta opere di artisti della collezione d’arte contemporanea dell’associazione, e la personale di Luce Resinanti, artista milanese che utilizza materiali “di scarto”, con una predilezione per quelli riflettenti: scampoli di stoffe, fili di cotone, nastri, stagnola, pezzi di carta e incarti di cioccolatini. Quest’ultima, proposta presso la Casa di Vetro, sarà aperta fino al 22 aprile.
 
A Torino, si potrà ammirare l’installazione interattiva Akasha di Alessandro Sciaraffa nella Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea. L'opera, costituita da una serie di pannelli di cristalli liquidi assemblati a muro,  sarà in mostra fino al 30 maggio nell'ambito della rassegna "Vitrine", dedicata alla giovane arte piemontese.
 
L'Associazione Culturale "Le Arcate" presenta dal 9 aprile presso la Sala polivalente '”Franco Lavoratori”  del Comune di Recco, in provincia di Genova, la personale del pittore Sergio Antola, con opere realizzate tra il 1999 e il 2011. Nel giorno di chiusura della mostra, sabato 21 aprile, alle 17.30, si terrà una performance incentrata sul tema "Movimento di forme e suoni in dialogo con le opere esposte".
 
Dal 13 aprile al 13 maggio, l’Ex Polverificio Borbonico di Scafati, in provincia di Salerno, ospiterà la mostra internazionale di arte contemporanea “Armeni”, promossa dall’associazione Artisti Armeni e dal Comune.
 
Ancora, il Maca - Museo Civico d’Arte Contemporanea Silvio Vigliaturo di Acri, in provincia di  Cosenza, dal 14 aprile al 27 maggio, proporrà “Young at Art. I Stay Here”, collettiva che presenta le opere di sette giovani talenti che hanno partecipato a inizio 2012 all’omonimo concorso, rivolto agli artisti under 35 residenti in Calabria.
 
Con un grande salto nel passato, si consiglia una visita agli amanti della preistoria al Museo del Paleolitico di Isernia, dove dal 14 aprile, aprirà al pubblico il padiglione dedicato al paleo suolo, con circa 5.000 reperti che verranno presentati con l’ausilio di dispositivi interattivi che arricchiscono le finalità educative e conoscitive, permettendone la ricezione anche ai portatori di disabilità.
 
Durante la settimana si svolgeranno anche iniziative per promuovere l’artigianato, quale la mostra di pezzi di artigianato e design locale, che si terrà dal 10 al 23 aprile nella Corte San Rocco di Cantù (Como), a cura dell’Assessorato al Commercio, Attività Produttive e Sviluppo Economico o, dall’11 al 16 aprile, la mostra di sculture in legno risultate vincitrici del decimo Simposio nazionale d’arte nel Tesino, promossa dal Comune di Ferrara, Maf - Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese e dal Centro di Documentazione del Lavoro dei Boschi di Castello Tesino (Trento) - Provincia Autonoma di Trento.
 
Presso la Fondazione Antonio Ratti, Villa Sucota di Como, si ammirerà la mostra dedicata a John Guida (1897-1951), autore di figurini di moda nel periodo tra le due guerre, di cui verranno esposti disegni, abiti e tessuti, accompagnati da materiale fotografico che attesta la lunga collaborazione con i magazzini Coen di Roma. La mostra è promossa dalla Fondazione insieme al Museo Studio del Tessuto (Must).
 
Dal 12 al 14 aprile, la Biblioteca Statale di Cremona presenta “Mecenatismo e antiquariato: manoscritti e stampe di recente acquisizione”, per mostrare alcuni doni e acquisti recenti, pervenuti negli ultimi quattro anni, tra cui tre autografi giovanili di Pietro Mascagni, numerosi autografi di Amilcare Ponchielli e altri documenti di interesse.
 
Ancora in biblioteca, questa volta a Trieste, “Bambini dalla A alla Z. Il mondo dell’infanzia visto da Nikolaus Heidelbach”, per la mostra proposta dal 16 aprile al 26 maggio dal Goethe Institut, che rende visibili  le illustrazioni di due libri ormai di culto di Nikolaus Heidelbach, Was machen die Jungs? (Cosa fanno i bambini?) e Was machen die Mädchen? (Cosa fanno le bambine), pubblicato entrambi in Italia presso Donzelli Editore.
 
Dal 13 al 24 aprile, la Biblioteca Comunale di Acquapendente,in provincia di Viterbo promuove l’iniziativa intitolata “Gli incunaboli di Acquapendente e la nacita del libro a stampa” volta a far conoscere al pubblico un fondo librario molto importante conservato nell’istituto: il Fondo degli incunaboli, rare edizioni stampate dagli albori della stampa al 31 dicembre 1500.
 
Il Monastero di Sant’Antonio di Rivello, in provincia di Potenza propone al pubblico “La vita e il pensiero di Mazzini”, mostra documentaria, curata dall’Associazione Italiana Mazziniana e da docenti di storia, composta da cinquantadue pannelli sulla vita di Mazzini, allestita dal 16 al 21 aprile.
 
Tra gli spettacoli teatrali, dall’11 al 16 aprile andrà in scena a Milano La ballata di Woizzecco, una rilettura del Woyzeck di George Büchner di e con Alberto Astorri e Paola Tintinelli della Compagnia Astorritintinelli, evento promosso da Teatro I. Ancora, dal 10 al 29 aprile, Le serve di Jean Genet, traduzione Franco Quadri con Elena Callegari e Elena Ghiaurov regia Lorenzo Loris all’Out Off Teatro Stabile d'Innovazione di Milano.
 
Dall’11 al 15 aprile, si svolgerà a Roma la terza edizione del Festival Internazionale del Cinema Patologico presso il Teatro Patologico, prodotto e diretto da Dario D’Ambrosi e dall’Associazione del Teatro Patologico O.n.l.u.s, la cui giuria è presieduta dall’attore diversamente abile Stefano Nicolò Amati e composta da 20 ragazzi disabili psichici. Partecipano all’iniziativa, i ragazzi che hanno effettuato un periodo di formazione cinematografica nell’ambito del programma didattico della Scuola di Formazione Teatrale per Ragazzi Diversamente Abili “La magia del teatro”.
 
In uscita al cinema Ciliegine di Laura Morante, che figura anche come interprete accanto a Pascal Elbe, Isabelle Carré, Samir Guesmi, Ennio Fantastichini, Patrice Thibaud, Frédéric Pierrot, Georges Claisse. Le musiche sono di Nicola Piovani.




iconaInserisci un nuovo commento




captcha