Condividi
  • Facebook
  • Twitter
21/12/2018

#HackCultura2019, quattro sfide per gli studenti

Le scuole di ogni ordine e grado possono partecipare all’iniziativa lanciata da Diculther, in collaborazione con Europeana, Iccu e Indire, per promuovere la conoscenza del patrimonio culturale digitale e la creazione di nuove risorse

Sono aperte le quattro sfide rivolte alle scuole italiane di ogni ordine e grado per conoscere e partecipare alla creazione del patrimonio culturale digitale, proposte dall’iniziativa #HackCultura2019, curata dal network italiano Diculther, che ha dato vita alla Scuola a rete in Digital Cultural Heritage, Arts and Humanities in collaborazione con Europeana, la biblioteca digitale europea, l’Iccu - Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche e l’Indire - Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa.

Le sfide proposte da #HackCultura2019 per l’anno scolastico 2018-2019 offrono una traccia a tutte le scuole per realizzare i progetti previsti dal Bando Pon - Programma operativo nazionale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) “Patrimonio culturale”, in linea con le direttive dell’Unione Europea per l’Anno europeo del patrimonio culturale (2018) per mettere in evidenza il ruolo del patrimonio culturale dell'Europa nel promuovere la consapevolezza di una storia e di un'identità condivise.

Le sfide sono aperte fino al 31 marzo.

La prima, #imparaconEuropeana, riguarda il riuso di contenuti digitali aperti, ed è organizzata in collaborazione con Iccu ed Europeana per conoscere il portale europeo che offre accesso gratuito a oltre 58 milioni di documenti culturali provenienti da oltre 3.700 musei, biblioteche, archivi e raccolte audiovisive in tutta Europa e creare nuove e coinvolgenti esperienze di apprendimento da portare nelle aule scolastiche.

La seconda sfida, in collaborazione con Scholas Occurrentes, ha per titolo “Laboratori creativi di umanesimo solidale” e punta a coinvolgere ragazzi di culture diverse nella realizzazione di opere digitali attraverso il riconoscimento interculturale e lo studio e l’analisi delle analogie e delle differenze tra le culture dei partecipanti.

La sfida numero tre, “Museo digitale delle scuole italiane”, si articola in due iniziative: “Da un oggetto racconta la tua scuola”, in collaborazione con l’Iccu, volta a elaborare una storia digitale che racconta un aspetto della propria scuola attraverso un oggetto simbolico della scuola stessa, e “Scopri il patrimonio della tua scuola”, in collaborazione con l’Indire per fotografare e descrivere le tracce del passato rappresentate dal proprio patrimonio scolastico.

La quarta sfida ha per oggetto due eventi culturali del 2019: Matera Capitale europea della cultura, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, per la creazione di opere digitali sul tema Matera 2019, e Leonardo Da Vinci, dedicata alla creazione di opere digitali sul tema del genio che sarà celebrato l’anno prossimo a 500 anni dalla morte.

Le scuole partecipanti potranno presentare i risultati ottenuti durante la quarta edizione della Settimana delle culture digitali “Antonio Ruberti” che si svolgerà dall’8 al 14 aprile 2019.

Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni: https://www.diculther.it/hackcultura2019-lhackathon-degli-studenti-per-la-titolarita-culturale/

#HackCultura2019
#HackCultura2019

torna all'inizio del contenuto