Condividi
  • Facebook
  • Twitter
22/7/2016

“Italiano, anch’io”, un nuovo percorso al Galata di Genova

Il museo si arricchisce di una sezione sull’immigrazione contemporanea in Italia

Un nuovo percorso arricchisce l’esposizione permanente Mem - Memorie e Migrazioni del Galata Museo del Mare di Genova: si tratta di un allestimento dedicato all’immigrazione contemporanea nel nostro paese, dal titolo “Italiano, anch’io. L’immigrazione nell’Italia che cambia”. Il progetto, inaugurato il 30 giugno, a cinque anni dal lancio del Mem, è curato dal direttore Pierangelo Campodonico e dallo staff scientifico del Mu.MA - Musei del Mare e delle Migrazioni e realizzato col sostegno della Compagnia di San Paolo.

Il nuovo spazio si articola in otto aree tematiche. “Migrazioni, fenomeno planetario” è una sorta di introduzione, che permette di avere una visione globale sui flussi migratori attraverso una mappa interattiva realizzata dall’Oim, l’Organizzazione Internazionale delle Migrazioni.

A seguire “Immigrati in Italia, una cronologia”, dove vengono evidenziati i momenti salienti di una storia iniziata nel 1973, anno in cui il saldo migratorio italiano si è invertito: gli arrivi, cioè, hanno superato le partenze.

Il capitolo successivo, “Ne abbiamo bisogno?”, offre un quadro dell’evoluzione demografica del paese, caratterizzata dall’invecchiamento della popolazione, mitigato dall’immigrazione.

Si entra, quindi, nel tema cruciale “Il lavoro degli immigrati”, illustrato non da analisi economiche ma da testimonianze in prima persona.

Testimonianze tragiche sono, invece, quelle sulle “Storie di popoli in fuga”: storie di naufragi, sbarchi, salvataggi.

Con la sezione “I nuovi italiani a scuola” si affrontano i temi dell’inserimento dei minori, della crescita degli immigrati di seconda generazione, del difficile iter dell’acquisizione della cittadinanza.

Un focus è dedicato alla convivenza e all’integrazione nel capoluogo ligure: “Genova, in un giorno”.

L’approfondimento prosegue con “La casa & la famiglia”, con vari argomenti, dall’educazione dei figli al rapporto coi paesi di origine alla cucina.

Infine, “Un parere. Il tuo”, uno spazio destinato alle impressioni e ai commenti dei visitatori e alla raccolta di nuove testimonianze.

mostra "Italiano anch'io. L'immigrazione nell'Italia che cambia"
mostra "Italiano anch'io. L'immigrazione nell'Italia che cambia"


torna all'inizio del contenuto