Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Speciali » Unità d'Italia » La campagna d’Aspromonte nel Museo Virtuale Garibaldino
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare




Petition by iPetitions
 

Focus

26/1/2011

La campagna d’Aspromonte nel Museo Virtuale Garibaldino

Si inaugura a Delianuova il progetto museale ad alta tecnologia dedicato all’Eroe dei Due Mondi. L’iniziativa, inserita nelle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, fa parte di un più ampio programma volto a valorizzare le testimonianze sulla Calabria risorgimentale e la documentazione sulla storia contemporanea del Mezzogiorno

Il progetto in fase di lavorazione, rendering di un pannello (Unicity)
Il progetto in fase di lavorazione, rendering di un pannello (Unicity)

Con la proiezione della multivisione Aspromonte 1862 di Aldo Di Russo si inaugura domani a Delianuova, in provincia di Reggio Calabria, il Museo Virtuale Garibaldino. Tra collage e montaggio cinematografico, la multivisione assembla e consente di leggere in una storia continua elementi documentari eterogenei – dalle stampe alle opere d’arte ai cimeli – per introdurre lo spettatore, guidato da una voce narrante, in uno dei capitoli dell’avventurosa vita dell’Eroe dei Due Mondi.  
 
Realizzato dalla Comunità Montana Versante Tirrenico Meridionale con il sostegno finanziario della Regione Calabria, su un’idea progettuale di Patrizia Nardi, storica dell’Università di Messina, e allestimenti museali e multimediali a cura delle società Unicity di Roma e Space di Prato, il Museo rientra in un più ampio progetto comprendente anche la ristrutturazione del Mausoleo di Garibaldi in Aspromonte e punta a diventare uno dei più interessanti centri italiani di documentazione digitale sulla storia contemporanea del Mezzogiorno.
 
Il focus, naturalmente, è sulla campagna d’Aspromonte del 1862, uno degli episodi più controversi dell’epopeagaribaldina. Il progetto museale ricostruisce lo scenario della Calabria risorgimentale, nel più ampio contesto nazionale, evocando fatti, personaggi, politiche, condizioni economico-sociali e culturali con l'aiuto di immagini, filmati, documenti sonori ed elaborazioni multimediali.
 
È stata acquisita una ricca documentazione iconografica proveniente dalla Fondazione Spadolini - Nuova Antologia di Firenze, dal Museo Centrale del Risorgimento di Roma e dalla Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea di Roma (attraverso Digima, il programma di tutela e valorizzazione dei fondi iconografici dell’istituto). 
 
Sono state impiegate avanzate tecnologie con lo scopo di integrare in un unico sistema l’archivio digitale, le postazioni interattive e il sito internet. Al tempo stesso si è scelto un linguaggio, accessibile in particolare ai giovani, in grado di trasmettere la carica emozionale legata alla figura di Garibaldi, uomo eroe e mito.  
 
L’inaugurazione del museo calabrese è inserita nel programma ufficiale, di interesse nazionale, delle Celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
 
La cerimonia inaugurale sarà introdotta dal presidente della Comunità Montana, Bruno Barillaro. Seguiranno i saluti del prefetto di Reggio Calabria, Luigi Varratta; del presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti; del presidente della Provincia, Giuseppe Morabito; del coordinatore dell’Unità tecnica di missione per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, Giancarlo Bravi; di Domenico Naccari, consigliere di Roma; di Antonio Alvaro, presidente dell’agenzia di sviluppo Gal Vate, e del sindaco di Delianuova, Rocco Corigliano.
 
Ai lavori del tavolo scientifico, moderato dal giornalista della Rai Riccardo Giacoia, prenderanno parte Patrizia Nardi, progettista e consulente del Museo; Paolo Peluffo, consulente del Presidente del Consiglio dei Ministri per il 150° dell’Unità d’Italia; Marco Pizzo, vicedirettore del Museo Centrale del Risorgimento di Roma; Cosimo Ceccuti, presidente della Fondazione Spadolini - Nuova Antologia; Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria; Mirella Marra, direttrice dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria; Francesco Mercurio, direttore generale dell’Ufficio Scolastico regionale; Andrea Romano, della Facoltà di scienze Politiche di Messina, e Andrea Costa, direttore del Corso di laurea in Urbanistica, Facoltà di Architettura di Reggio Calabria.



Collegamenti

Articoli correlati

iconaInserisci un nuovo commento




captcha