Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Incontri e confronti tra Festival Biblico e “Dialoghi sull’uomo”
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Focus

23/5/2011

Incontri e confronti tra Festival Biblico e “Dialoghi sull’uomo”

A Vicenza torna la rassegna sul rapporto tra sacre scritture e attualità mentre a Pistoia è di scena l’antropologia del contemporaneo. Tra le mostre d’arte si segnala “Made in Italy” alla Gagosian Gallery di Roma, che riunisce opere di grandi artisti degli ultimi sessant’anni accomunati dall’attrazione esercitata dal Belpaese

Un'immagine della scorsa edizione dei Dialoghi
Un'immagine della scorsa edizione dei Dialoghi

Tra poesia, religione, filosofia e gastronomia, si apre una settimana che ha in programma un festival per tutti i gusti, compresi i più golosi, a partire dal Festival Biblico per arrivare al Festival del Gelato.



Giunto alla sua settima edizione, il Festival Biblico si è aperto a Vicenza il 20 maggio e proseguirà fino a domenica 29, ospitando come ogni anno scrittori e artisti, filosofi e biblisti, ma anche sociologi, industriali e sindacalisti, che si confronteranno su tematiche di spessore, incentrate sul rapporto tra le antiche scritture e l’a ttualità. La manifestazione, organizzata dalla Diocesi di Vicenza e dalla Società San Paolo, ha come tema “Di generazione in generazione. Un modo nuovo di incontrare la Bibbia”.



Dal 27 al 29 maggio, il centro storico di Pistoia si trasformerà nello scenario della seconda edizione di “Dialoghi sull’uomo”, Festival di antropologia del contemporaneo, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dal Comune di Pistoia, ideato e diretto da Giulia Cogoli. Sul filo del tema di quest’edizione, ovvero “Il corpo che siamo” la città ospiterà diciannove appuntamenti di interesse, tra incontri, spettacoli, dialoghi rivolti a un pubblico non specialistico.



La poesia sarà, invece, protagonista della quarta edizione di Flussidiversi 2011, per l’appuntamento che si svolgerà nel territorio compreso tra Adriatico e nord delle Alpi, in programma dal 27 al 29 maggio nella città veneta di Caorle (Venezia). Ospite d’onore di quest’e dizione sarà Géza Szőcs, poeta ungherese, di origini rumene, e viceministro alla Cultura del governo di Budapest. Flussidiversi è curato da Antonio Cassuti e promosso dalla Regione Veneto, dal Comune di Caorle e dalla Comunità Alpe Adria.



Ed ecco l’incontro per i golosi: cinque giorni all’insegna della dolcezza e del sapore, per il Festival del Gelato che si svolgerà a Firenze dal 25 al 29 maggio e che, in occasione della seconda edizione, presenterà la mostra ideata ed organizzata con Fabbri 1905, rendendo visibile a Palazzo Pitti (all’interno del Rondò di Bacco) una selezione di opere appartenenti alle prime tre edizioni del Premio Fabbri per l’Arte, tra pitture, sculture e fotografie dedicate alla storia del marchio dell’ultra-centenaria azienda bolognese.



Durante la settimana, si svolgeranno anche le inaugurazioni di rassegne d’arte di prestigio. Tra queste, si segnala la mostra al Mambo - Museo d'Arte Moderna di Bologna: dal 27 maggio al 28 agosto, ZimmerFrei presenterà opere appositamente realizzate per quest’esposizione, tra video, installazioni, ambienti sonori, fotografie, dispositivi ottici e luminosi del gruppo formato nel 2000 da Massimo Carozzi, Anna de Manincor e Anna Rispoli, a definire le tappe di un’e splorazione del paesaggio naturale, della città – dai centri storici alle periferie – e dell’u niverso sociale contemporaneo.



All’insegna del contemporaneo, sarà anche la mostra allestita dal 26 maggio presso il Museo Pecci di Milano, intitolata "Bianco su bianco: oltre Malevich", progetto espositivo inedito di Semir Zeki, considerato il profeta della neuroestetica.



A Venezia, presso la Collezione
Peggy Guggenheim, sarà visitabile dal 29 maggio al 2 ottobre la mostra dedicata a Ileana Sonnabend (Bucarest 1914 - New York 2007), gallerista e collezionista, prima moglie di Leo Castelli.L’esposizione si sofferma sulla componente italiana della Collezione Sonnabend, attraverso più di sessanta opere di artisti internazionali, tra cui dipinti, sculture, fotografie e installazioni, la cui arte rimanda a tradizioni e paesaggi italiani, che richiamano la grande passione della collezionista per il Belpaese. Tra gli artisti in mostra, accanto ai grandi maestri dell’arte povera come Pistoletto, Zorio, Calzolari, Merz, Anselmo e Kounellis, saranno presenti lavori di Fontana, Rotella, Schifano, Manzoni, Festa e artisti americani come Twombly, Rauschenberg, Lichtenstein, Morris e Koons, e fotografi internazionali come i Becher, Höfer, Sugimoto e Esser. La mostra è organizzata da Antonio Homem, direttore della Sonnabend Gallery di New York, insieme a Philip Rylands, direttore della Collezione Peggy Guggenheim.



Roma accoglierà, invece, diverse rassegne, a partire dalla mostra che verrà inaugurata il 25 maggio alla Casa di Goethe, curata da Cornelia Reiter, che renderà visibili le opere del grande artista tirolese Joseph Anton Koch (1768-1839), che soggiornò nella città eterna per oltre quaranta anni. In mostra si ammireranno alcuni dei capolavori grafici provenienti dal Kupferstichkabinett dell’Akademie der bildenden Künste di Vienna.



Dal 27 maggio al 29 luglio, sempre a Roma, la Gagosian Gallery ospiterà "Made in Italy", una collettiva comprendente artisti tra i più significativi degli ultimi sessant'anni accomunati dall'attrazione esercitata dal Belpaese, In mostra opere di Georg Baselitz, Jean Michel Basquiat, Joseph Beuys, Dike Blair, Marcel Duchamp, Alberto Giacometti, Douglas Gordon, Andreas Gursky, Damien Hirst, Howard Hodgkin, Mike Kelley, Jeff Koons, Louise Lawler, Roy Lichtenstein, Richard Prince, Robert Rauschenberg, Gerhard Richter, Richard Serra, Cindy Sherman, David Smith, Thomas Struth, Cy Twombly, Andy Warhol, Lawrence Weiner. un inedito percorso italiano attraverso l'opera di alcuni tra i maggiori artisti degli ultimi 60 anni. La rassegna, curata da Mario Codognato,presenterà i lavori di alcuni grandi maestri dell'arte moderna e contemporanea, ripercorrendone il percorso personale e creativo che li ha condotti, in un momento specifico della loro carriera, a confrontarsi con quel patrimonio universale che si chiama Italia.



Articoli correlati




iconaInserisci un nuovo commento




captcha