Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Cultura Scientifica » A Milano il primo Museo di arte urbana aumentata
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Fotogallery

29/12/2017

A Milano il primo Museo di arte urbana aumentata

A Milano ha aperto i battenti da pochi giorni il primo Museo di Arte Urbana Aumentata (Maua), nato dall’idea di proporre itinerari culturali inediti, fuori dal centro e dai più tradizionali circuiti dell’arte. Così cinquanta opere di street art animate in realtà aumentata diventano l’occasione per esplorare quartieri meno conosciuti della città. Si parte scegliendo il proprio percorso, poi, arrivati sul posto, l’esperienza prosegue in forma digitale: ogni opera, inquadrata con lo smartphone, ne genera una nuova e si trasforma in un lavoro di digital art, appositamente creato per il museo grazie a tecnologie di realtà aumentata. Maua nasce a partire dal progetto “Milano Città Aumentata”, uno tra i 14 vincitori del “Bando alle Periferie” promosso dal Comune per ripensare e valorizzare i quartieri. Il Museo è stato realizzato grazie a una rete di partenariato composta da Bepart, come capofila, insieme a Base Milano, Avanzi - Sostenibilità per Azioni, Terre di Mezzo, scuola Cfp Bauer, Push. e la Fondazione Arrigo e Pia Pini.

 




Collegamenti

In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha