Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Speciali » Cento anni fa la Grande Guerra » Ciò che resta della Grande Guerra, scatti di Giuliano Francesconi
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Fotogallery

20/12/2016

Ciò che resta della Grande Guerra, scatti di Giuliano Francesconi

Immagini di oggi raccontano un conflitto di ieri, la Prima Guerra Mondiale, nella mostra "Ferro, fuoco, sangue. Vivere la Grande Guerra", a cura di Mauro Passarin, in corso a Vicenza, a Palazzo Chiericati (8 ottobre 2016 - 26 febbraio 2017). Le fotografie sono di Giuliano Francesconi e sono state realizzate secondo i canoni della natura morta: di grandi dimensioni, scabre e potenti, non celebrative, ma evocative. Per realizzare il progetto molti volontari si sono spinti tra Pasubio, Altipiano e Grappa, per raccogliere i frammenti di oggetti utilizzati durante la guerra che la terra continua a restituire: maschere antigas, matasse di reticolati, pinze, occhiali, suole di scarponi, baionette, elmetti, bottiglie e altri materiali che il fotografo ha restituito al contemporaneo.

 




Collegamenti

Articoli correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha