Condividi
  • Facebook
  • Twitter
20/12/2016

Ciò che resta della Grande Guerra, scatti di Giuliano Francesconi

Immagini di oggi raccontano un conflitto di ieri, la Prima Guerra Mondiale, nella mostra "Ferro, fuoco, sangue. Vivere la Grande Guerra", a cura di Mauro Passarin, in corso a Vicenza, a Palazzo Chiericati (8 ottobre 2016 - 26 febbraio 2017). Le fotografie sono di Giuliano Francesconi e sono state realizzate secondo i canoni della natura morta: di grandi dimensioni, scabre e potenti, non celebrative, ma evocative. Per realizzare il progetto molti volontari si sono spinti tra Pasubio, Altipiano e Grappa, per raccogliere i frammenti di oggetti utilizzati durante la guerra che la terra continua a restituire: maschere antigas, matasse di reticolati, pinze, occhiali, suole di scarponi, baionette, elmetti, bottiglie e altri materiali che il fotografo ha restituito al contemporaneo.


torna all'inizio del contenuto