Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Da Lorenzo Monaco a Luigi Ontani, arte sull'Appennino bolognese
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Fotogallery

14/8/2017

Da Lorenzo Monaco a Luigi Ontani, arte sull'Appennino bolognese

I Fienili del Campiaro di Grizzana Morandi (Bologna) ospitano dal 22 luglio al 17 settembre la mostra "Grizzana, Giorgio Morandi, Francesco Arcangeli: cinquant’anni dopo. Arte in Appennino da Lorenzo Monaco a Luigi Ontani”, curata da Angelo Mazza e Anna Stanzani. L’esposizione presenta una decina di incisioni di Giorgio Morandi, una trentina di dipinti antichi di notevole interesse, da Lorenzo Monaco a Giuseppe Maria Crespi, e alcune opere di Luigi Ontani, facendo anche dialogare tra loro fotografie storiche e recentissime dell’Appennino. La rassegna propone uno sguardo circolare che dal territorio grizzanese si estende al paesaggio dell'Appennino bolognese e alle sue mutazioni, per soffermarsi in particolare sui suoi beni storico-artistici e architettonici, e rende omaggio a tre grandi uomini legati in vario modo a Grizzana: Giorgio Morandi, colui che ha dato fama mondiale al piccolo paese; Francesco Arcangeli, il grande critico che studiò il patrimonio locale; e infine Andrea Emiliani, le cui campagne di rilevamento dei beni dell’Appennino alla fine degli anni Sessanta sono una pietra miliare per la storia della tutela e per uno sviluppo sostenibile del territorio. L’organizzazione è del Comune in collaborazione con l’Arcidiocesi di Bologna, la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, il Polo museale dell'Emilia-Romagna e la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara.

 





iconaInserisci un nuovo commento




captcha