Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Dalle litografie ai manifesti pubblicitari, la Parigi bohémienne di Toulouse-Lautrec
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Fotogallery

5/4/2017

Dalle litografie ai manifesti pubblicitari, la Parigi bohémienne di Toulouse-Lautrec

Dal 1º aprile al 3 settembre l'Arena Museo Opera (Amo) - Palazzo Forti, a Verona, ospita la mostra “Toulouse-Lautrec. La Belle Époque” che celebra il percorso artistico dell’artista (1864-1901) con 170 opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene. Curata da Stefano Zuffi, la mostra è patrocinata dal Comune ed è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia. In esposizione manifesti, litografie, disegni, illustrazioni, acquerelli, insieme a video, fotografie e arredi dell’epoca che ricostruiscono uno spaccato della Parigi bohémienne. Tra le opere più famose in rassegna le litografie a colori – Jane Avril (1893) – manifesti pubblicitari – La passeggera della cabina 54 del 1895 e Aristide Bruant nel suo cabaret (1893) – disegni a matita, a penna, grafiche promozionali e illustrazioni per giornali come in «La Revue blanche» del 1895, diventati emblema di un’epoca indissolubilmente legata alle immagini e alla tragica vita dell’aristocratico visconte Henri de Toulouse-Lautrec, morto a meno di 36 anni devastato dalla sifilide e dall’alcolismo.

 




Collegamenti

Metadati correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha