Condividi
  • Facebook
  • Twitter
27/12/2018

Il Novecento di Sironi

Mario Sironi nasce nel 1885 a Sassari, città che lascia in tenerà età quando la famiglia si trasferisce a Roma. Abbandonati gli studi universitari, si dedica esclusivamente alla pittura, seguendo un approccio divisionista, e frequenta la Scuola Libera del Nudo in via di Ripetta, annessa all’Accademia di Belle Arti, dove conosce Umberto Boccioni, Gino Severini e Giacomo Balla. Nel 1913-1914 aderisce al Futurismo e alla fine del 1922 è tra i fondatori del movimento Novecento, ideato e promosso da Margherita Sarfatti, la cui prima mostra si tiene a Milano, inaugurata da Benito Mussolini. È l’inizio di una lunga attività espositiva, nazionale e internazionale. Fondamentale nella sua ricerca il decennio degli anni Trenta, nel quale teorizza e pratica il ritorno alla pittura murale. L’artista, morto a Milano nel 1961, è stato anche scultore, architetto, illustratore, scenografo e grafico. La Collezione Museo del Novecento di Milano conserva molte sue opere.


torna all'inizio del contenuto