Condividi
  • Facebook
  • Twitter
25/6/2018

“La sostanza del ricordo”, incontro tra Andrea Cereda e Alessandro Costanzo

La Galleria Bonioni di Reggio Emilia presenta, dall’8 giugno all’8 luglio, “La sostanza del ricordo”, doppia mostra personale di Andrea Cereda e Alessandro Costanzo, curata da Matteo Galbiati. La rassegna mette a confronto le esperienze dei due artisti selezionati dalla Galleria nell’ambito di Arteam Cup 2017: nonostante percorsi differenti, i due riescono a “incontrarsi”, svelando inattese affinità poetiche e analogie di visione. Andrea Cereda presenta una selezione di opere a parete e da appoggio composte da una pluralità di elementi, tutte realizzate dal 2015 a oggi. Per i suoi lavori utilizza prevalentemente ferri e lamiere recuperati da vecchi bidoni industriali, combusti, assemblati e tenuti insieme da saldature “urgenti”, materiali che evidenziano la storia e la memoria della materia, con riferimento alle dinamiche umane, come ad esempio la necessità di adattarsi e trasformarsi per sopravvivere. Alessandro Costanzo espone una serie di lavori a parete di medie e grandi dimensioni, riferibili al biennio 2017-2018. La sua ricerca, tesa all’approfondimento dell’idea di luogo inteso come spazio intimo, con particolare attenzione ai legami, ai flussi e all’osservazione delle masse, si caratterizza per la stratificazione dei materiali, la finitura con cera d’api e l’applicazione di piccoli frammenti di carta, che si sollevano dal supporto occultando una porzione del dipinto. Come spiega il curatore, «in entrambi la scelta di esprimersi rispettivamente con la scultura e con la pittura, mezzi tradizionali, ritrova inedite modalità formali, evidenziando una comune attitudine e convergenza a rinnovarne i codici espressivi e a contaminarne le azioni, portando alla verità di opere che sommano i modi e i mondi di entrambi i linguaggi». Completa la mostra un catalogo Vanillaedizioni con un testo di Galbiati e con un ricco apparato iconografico.


torna all'inizio del contenuto