Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » "Lo sguardo di Michelangelo", Antonioni incontra il "Mosè"
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Fotogallery

9/5/2018

"Lo sguardo di Michelangelo", Antonioni incontra il "Mosè"

Dall’11 maggio al 15 settembre 2018, la Cripta di San Sepolcro a Milano accoglie “Lo sguardo di Michelangelo”, un cortometraggio di quindici minuti di Michelangelo Antonioni, prodotto dall'Istituto Luce e da Lottomatica. Il film, realizzato dal regista ferrarese nel 2004, tre anni prima della sua scomparsa, può essere considerato una sorta di suo testamento spirituale. L’iniziativa, curata da Giuseppe Frangi, prodotta da MilanoCard e Casa Testori, promossa dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana, col patrocinio dell’Associazione Michelangelo Antonioni, sostenuta dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano, racconta l’esperienza dell’incontro tra il regista e il “Mosè” di Michelangelo Buonarroti conservato nella basilica di San Pietro in Vincoli a Roma. Lo sguardo di cui si parla nel titolo è quello del regista che entra camminando nella penombra della chiesa, si arresta e rimane immobile, quasi sopraffatto, di fronte al capolavoro del Buonarroti, scrutandone i particolari e soffermandosi sull’espressione del profeta. In questa sua visita, Antonioni entra in completa simbiosi con la scultura, muovendo delicatamente il braccio fino a sfiorarla con la mano per coglierne lo spirito. Il percorso espositivo è arricchito da alcuni ritratti fotografici del Mosé realizzati da Aurelio Amendola.

 




Collegamenti

Metadati correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha