Condividi
  • Facebook
  • Twitter
9/2/2017

L'Erma di Socrate del Mann al Palazzo di Giustizia dell’Ue

L'Erma di Socrate del Museo Archeologico Nazionale di Napoli sarà la prima opera d'arte italiana ad essere esposta a Lussemburgo nel Palazzo della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, da oggi e per 18 mesi. L'iniziativa rientra nel progetto "Obvia - Out of Boundaries Viral Art Dissemination" per la promozione dell'immagine del Mann, realizzato d'intesa con l'Università Federico II e coordinato da Daniela Savy, docente di diritto europeo dei beni culturali. «Riteniamo questo prestito altamente significativo. L'Erma di Socrate dialogherà simbolicamente con i 28 Stati membri dell'Ue», ha spiegato il direttore dell'istituzione museale, Paolo Giulierini. La scultura, in marmo bardiglio di Luni, risalente al III secolo d.C. è alta 1,75 metri ed è stata recentemente restaurata; faceva parte della collezione di ritratti che l’antiquario Fulvio Orsini lasciò in eredità ai Farnese, dei quali era stato bibliotecario. Sull’alto fusto è montata la testa di Socrate, riconoscibile sia dai tratti del volto sia dal nome inciso prima dell’iscrizione che riporta un passo sulla libertà di pensiero del Critone di Platone.
Erma di Socrate, Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Erma di Socrate, Museo Archeologico Nazionale di Napoli

torna all'inizio del contenuto