Condividi
  • Facebook
  • Twitter
8/10/2014

"Con Verdi nel mondo", l'Orchestra dell'Opera Italiana a Ginevra

Le più conosciute sinfonie e arie verdiane entrano nella sede europea dell’Onu a suggello del semestre di presidenza italiana: giovedì 9 ottobre l’Orchestra dell’Opera Italiana (OOI) porta nel Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra, il programma “Con Verdi nel mondo”, progetto nato a Parma, culla del grande compositore, per opera di solisti provenienti dall’ex orchestra del Teatro Regio e di Davide Battistini, creatore di Sinapsi Group. Davanti al corpo diplomatico, il maestro Michelangelo Mazza dirige i musicisti della OOI e le voci del soprano Annamaria Dell’Oste e del tenore Marco Frusoni, che fanno parte dell’Associazione Cantori Professionisti d’Italia. In anteprima assoluta vengono eseguite anche due arie tratte da La capinera, melodramma che Gianni Bella e Mogol hanno composto ispirandosi alla celebre novella verghiana. “Verdi nel mondo” accederà agli istituti italiani di cultura all’estero, alle ambasciate, agli auditorium, ai teatri e ai musei delle capitali di ogni latitudine. Il progetto gode del patrocinio dei ministeri degli Esteri e dello Sviluppo economico; ha il sostegno di Comune, Università, Camera di commercio e Unione industriali di Parma e si avvale della collaborazione della Fondazione Luciano Pavarotti . Il concerto di Ginevra cade alla vigilia del Festival Verdi nel cui ambito l’associazione culturale Rinascimento 2.0 e i Solisti dell’Opera Italiana (ensemble della OOI) saranno protagonisti di “Musica in circolo”  sette concerti dal 10 al 31 ottobre, tutti i venerdì (ore 18.30) e tutte le domeniche (ore 11), all’Auditorium del Palazzo del Governatore.
 
 
"Con Verdi nel Mondo", Ginevra, 2014
"Con Verdi nel Mondo", Ginevra, 2014

torna all'inizio del contenuto