Condividi
  • Facebook
  • Twitter
2/8/2018

Caserta: “Genius Loci”, progetto in situ di Stefano Forgione e Giuseppe Rossi

Fino al 30 agosto è possibile visitare la mostra “Genius Loci by Ttozoi”, inaugurata lo scorso 20 luglio presso la Reggia di Caserta, presentata da Vincenzo Mazzarella, Gianluca Marziani, curatore del progetto e dal duo di artisti Stefano Forgione e Giuseppe Rossi. La rassegna nasce dall’idea di realizzare opere d’arte direttamente nei luoghi storici prescelti, attraverso la singolare tecnica della proliferazione naturale di muffe su juta, con interventi pittorici successivi. I luoghi prescelti per progetto, sviluppato con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sono stati due siti Unesco, simboli della cultura architettonica, artistica ed archeologica italiana: la Reggia di Caserta con la sua Necropoli Sannita e l’anfiteatro del Complesso Archeologico di Pompei dove il duo ha avuto a disposizione gli ambulacri, sepolti dall’eruzione del Vesuvio del 79 e successivamente riportati alla luce. Per Caserta e Pompei, gli artisti hanno creato delle opere in situ, implementando diverse installazioni costituite da teche sigillate, all’interno delle quali le tele hanno dimorato per circa 40 giorni, durante i quali il tempo e la natura fanno il resto. Questo perché, durante la gestazione, è la tela che cattura l’humus, l’anima del luogo, andando oltre il visibile e permettendo di trasferirvi la memoria del “contenitore” culturale mediante due fattori: il condizionamento emotivo e il condizionamento ambientale, in grado di evocare nella mente dell’osservatore la storia e le suggestioni dei luoghi prescelti. A conclusione dell’intero progetto è inoltre prevista la pubblicazione di un catalogo generale.
torna all'inizio del contenuto