Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Cultura Scientifica » Padova: “Venire alla luce”, la magia del grembo materno
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Notizia

29/11/2017

Padova: “Venire alla luce”, la magia del grembo materno

“Venire alla luce. Dal concepimento al parto” è la mostra ospitata dal 6 dicembre al 10 giugno 2018 al Museo di Storia della Medicina, a Padova, promossa dalla Fondazione Musme, realizzata con il contributo scientifico dell’Università di Padova, e curata da Giovanni Battista Nardelli e da Maurizio Rippa Bonati in collaborazione con Raffaele De Caro e Andrea Cozza, sotto la supervisione del comitato scientifico del Museo, presieduto da Vincenzo Milanesi. Attraverso le collezioni storiche della Clinica Ginecologica dell’Università di Padova e installazioni multimediali, exhibit interattivi e video in 3d, è possibile conoscere e sperimentare da vicino l’evoluzione dell’essere umano, sia dal punto di vista scientifico che emozionale. Il percorso, coniugando passato e presente, storia e tecnologia, permette di vivere mese per mese la magia della crescita nel grembo materno, scoprirne i segreti, condividerne le sensazioni con una doppia prospettiva: quella della madre, delle sue percezioni e dei cambiamenti del suo corpo, e quella del feto, fino al momento in cui esso viene alla luce. Le collezioni dell’Università di Padova presentano modelli anatomici, in cera e cristallo e creta, esposti al pubblico per la prima volta, risalenti alla seconda metà del Settecento, che costituiscono un’occasione per avventurarsi nella storia dell’ostetricia e seguire il suo passaggio da arte manuale a scienza.



Collegamenti

In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha