Condividi
  • Facebook
  • Twitter
17/7/2012

Pesaro: conferenza di Eco a Palazzo Ducale

Il Salone Metaurense del Palazzo Ducale di Pesaro ospita, domenica 22 luglio, alle ore 21.15, una conferenza di Umberto Eco dal titolo “Memoria e Dimenticanza”. Si tratta dell’evento unico del “Salone della parola”, il festival della filologia, ideato da Marcello Di Bella, direttore della Biblioteca e dei Musei Oliveriani di Pesaro, che quest’anno avrebbe celebrato la terza edizione e che il filosofo avrebbe dovuto concludere. I temi proposti sono cari a Umberto Eco, da lui trattati sovente, sia in scritti che in conferenze: in questo caso è significativo che la lezione magistrale abbia come sfondo un organismo che racchiude in sé tutti i caratteri delle istituzioni della memoria; l’Oliveriana è una biblioteca ragguardevole, contiene un museo archeologico con tratti distintivi originali e di interesse generale, ospita un archivio, anzi una articolazione di archivi, che conservano documenti che datano dall’età roveresca fino a quella contemporanea. Il discorso di Eco andrà ben oltre il contesto locale, spaziando nel tempo, supponiamo, da Platone a Borges, proponendo una personale visione delle vicende che caratterizzano la nostra storia culturale ed esistenziale, e le sue ragioni, muovendosi tra filologia e filosofia, con la ben nota intelligenza critica che contraddistingue questo grande intellettuale europeo. Umberto Eco, professore emerito e presidente della Scuola superiore di studi umanistici della Università degli Studi di Bologna, rappresenta una delle personalità della cultura italiana più conosciute fuori dai nostri confini e le sue opere, sia di saggistica filosofica e semiologica, sia di narrativa sono tradotte in decine di paesi. Accademico dei Lincei, Eco è Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte. L’incontro è organizzato dalla Biblioteca e Musei Oliveriani di Pesaro, in collaborazione con la Prefettura di Pesaro e Urbino e l’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, con il patrocinio della Provincia, il Comune e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.
torna all'inizio del contenuto