Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Pesaro: conferenza di Eco a Palazzo Ducale
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Notizia

17/7/2012

Pesaro: conferenza di Eco a Palazzo Ducale

Il Salone Metaurense del Palazzo Ducale di Pesaro ospita, domenica 22 luglio, alle ore 21.15, una conferenza di Umberto Eco dal titolo “Memoria e Dimenticanza”. Si tratta dell’evento unico del “Salone della parola”, il festival della filologia, ideato da Marcello Di Bella, direttore della Biblioteca e dei Musei Oliveriani di Pesaro, che quest’anno avrebbe celebrato la terza edizione e che il filosofo avrebbe dovuto concludere. I temi proposti sono cari a Umberto Eco, da lui trattati sovente, sia in scritti che in conferenze: in questo caso è significativo che la lezione magistrale abbia come sfondo un organismo che racchiude in sé tutti i caratteri delle istituzioni della memoria; l’Oliveriana è una biblioteca ragguardevole, contiene un museo archeologico con tratti distintivi originali e di interesse generale, ospita un archivio, anzi una articolazione di archivi, che conservano documenti che datano dall’età roveresca fino a quella contemporanea. Il discorso di Eco andrà ben oltre il contesto locale, spaziando nel tempo, supponiamo, da Platone a Borges, proponendo una personale visione delle vicende che caratterizzano la nostra storia culturale ed esistenziale, e le sue ragioni, muovendosi tra filologia e filosofia, con la ben nota intelligenza critica che contraddistingue questo grande intellettuale europeo. Umberto Eco, professore emerito e presidente della Scuola superiore di studi umanistici della Università degli Studi di Bologna, rappresenta una delle personalità della cultura italiana più conosciute fuori dai nostri confini e le sue opere, sia di saggistica filosofica e semiologica, sia di narrativa sono tradotte in decine di paesi. Accademico dei Lincei, Eco è Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte. L’incontro è organizzato dalla Biblioteca e Musei Oliveriani di Pesaro, in collaborazione con la Prefettura di Pesaro e Urbino e l’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, con il patrocinio della Provincia, il Comune e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.



Collegamenti

In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha