Condividi
  • Facebook
  • Twitter
27/10/2017

Rovereto: mostra “In font we trust! Arte e tipografia dalle Collezioni del Mart”

La Casa d'Arte Futurista Depero di Rovereto (Trento), parte del polo museale del Mart, ospita dal 14 ottobre al 28 gennaio 2018 la mostra “In font we trust! Arte e tipografia dalle Collezioni del Mart”, a cura di Nicoletta Boschiero e Duccio Dogheria: un percorso intermediale tra opere, manifesti, editoria sperimentale e documenti d’archivio. L’esposizione prende avvio dalle sperimentazioni promosse da Filippo Tommaso Marinetti nel manifesto L’immaginazione senza fili e le parole in libertà (1913), che trovano riscontro anche nelle ricerche tipografiche portate avanti dai dadaisti e dalle avanguardie russe. A partire dagli anni Cinquanta, l'eredità delle avanguardie storiche torna a fiorire nell'ambito delle ricerche verbovisuali, di cui fanno parte movimenti artistici come la Poesia concreta, rappresentata tra gli altri da Carlo Belloli e dal gruppo Noigandres, la Poesia visiva, con gli artisti del Gruppo 70, Fluxus e l’Arte concettuale. Sono esposte, tra le altre, opere di Vincenzo Agnetti, Alain Arias-Misson, Alighiero Boetti, Jean-Francois Bory, Henry Chopin, Paul De Vree, Emilio Isgrò, Ketty La Rocca, Lucia Marcucci, Stelio Maria Martini, Maurizio Nannucci, Giulia Niccolai e Giovanna Sandri. Completano il percorso opere di Mail Art, come una serie di francobolli d’artista di Piermario Ciani, i collage di Pablo Echaurren e le creazioni di alcuni protagonisti del graphic design internazionale, come AG Fronzoni e Leonardo Sonnoli.
torna all'inizio del contenuto