Condividi
  • Facebook
  • Twitter
2/1/2018

Torino: “Un’altra armonia”, nuovo allestimento alla Galleria Sabauda

“Un’altra armonia” caratterizza la Galleria Sabauda dei Musei Reali di Torino a partire dal 16 dicembre: non è solo il titolo del nuovo allestimento permanente, dedicato ai “Maestri del Rinascimento in Piemonte”, ma la volontà di dare nuovo valore alla collezione di opere custodite all’interno dei Musei valorizzando artisti del territorio. Lo spazio designato è quello del piano terra della Galleria: 360 mq per ospitare circa cinquanta opere, il nuovo allestimento permette di seguire in modo chiaro e organico lo sviluppo dell’arte nel territorio piemontese dal XIV al XVI secolo. La disposizione propone infatti una sequenza cronologica, declinata su gruppi di artisti o su singoli maestri, con tagli tematici che individuano l’intreccio di influenze presenti sul territorio piemontese, l’emergere di grandi personalità, come Martino Spanzotti e Gaudenzio Ferrari, l’organizzazione della produzione artistica attraverso l’apprendimento in bottega, fino all’avvento del Manierismo, che segna la fine delle scuole regionali e l’affermazione di un nuovo linguaggio di stampo internazionale. Tavole e polittici a fondo oro di Martino Spanzotti, Defendente Ferrari, Macrino d’Alba, Pietro Grammorseo, Gaudenzio Ferrari e Gerolamo Giovenone permettono al pubblico di addentrarsi nella vivace stagione artistica piemontese tra fine Trecento e Rinascimento. E per rendere l’esperienza del visitatore ancora più immersiva, ogni sezione è affiancata da una parte multimediale, mettendo le opere in dialogo con contenuti interattivi musicali e video. Il percorso è suddiviso in nove sezioni: “Eleganza gotica”, “Sugli altari del Piemonte: la forma del polittico”, “Giovanni Martino Spanzotti”, “La seduzione di Roma: Macrino d'Alba”, “Lo sguardo oltre le Alpi: Defendente Ferrari”, “Gli eccentrici”, “Una voce del Rinascimento: Gaudenzio Ferrari”, “L’organizzazione della bottega”, “Il Manierismo”.
torna all'inizio del contenuto