Condividi
  • Facebook
  • Twitter
7/11/2017

Treviso: dalle lotterie al gratta e vinci, “Storia dei giochi di fortuna”

Da venerdì 17 novembre a domenica 18 febbraio 2018 viene aperta, negli spazi Bomben di Treviso, la mostra “Lotterie, lotto, slot machines. L’azzardo del sorteggio: storia dei giochi di fortuna”. Organizzata dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e curata da Gherardo Ortalli con la collaborazione internazionale di altri studiosi, l’esposizione analizza in modo chiaro e coinvolgente un fenomeno complesso: la mostra presenta stimoli, suggestioni, testimonianze, per comprendere un tema di notevole rilievo nella vita delle società e oggi accentuato dagli strumenti attuali del possibile azzardo: dalle lotterie istantanee a quelle via internet, dal gratta e vinci alla roulette televisiva fino alla schedina del totocalcio e ad altre pratiche in continua evoluzione. Dai Musei Civici di Treviso giunge l’Estrazione del gioco del lotto in piazza San Marco, capolavoro di Eugenio Bosa e grazie alla collaborazione con il Polo Museale del Veneto Museo Nazionale Collezione Salce vengono esposti alcuni manifesti pubblicitari di inizio Novecento. Documenti e giochi antichi arrivano dall’archivio della Lotteria Nazionale Belga di Bruxelles così come dalla Collezione Valvassori della Biblioteca Classense di Ravenna, dalla Collezione Alberto Milano, da quella del collezionista bolognese Silvio Berardi, e di studiosi come lo stesso Gherardo Ortalli, Alberto Fiorin e Manfred Zollinger, nonché dalla fabbrica di carte da gioco Dal Negro.
torna all'inizio del contenuto