Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Speciali » Cento anni fa la Grande Guerra » “Arte Luoghi Propaganda”, tre mostre sulla Grande Guerra
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Notizia

24/3/2015

“Arte Luoghi Propaganda”, tre mostre sulla Grande Guerra

Nell’ambito delle manifestazioni organizzate in Europa per la ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale, Intesa Sanpaolo presenta “La Grande Guerra. Arte Luoghi Propaganda”, una mostra in tre sedi aperta al pubblico dal 1º aprile al 23 agosto. L’esposizione, curata da Fernando Mazzocca con Francesco Leone e Anna Villari, con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli, racconta, attraverso gli occhi degli artisti, come l’Italia precipiti nella Guerra, viva il conflitto e vi reagisca. Nella sede di Milano a Piazza della Scala, il percorso espositivo, che comprende oltre duecento opere, è articolato in quattro grandi sezioni che, rispetto agli anni del conflitto, corrispondono al prima, al durante e al dopo. In mostra opere di artisti, fra cui Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Galileo Chini, Achille Funi, Gaetano Previati, Ottone Rosai, Giulio Aristide Sartorio, Gino Severini. Nella sede di Napoli a Palazzo Zevallos Stigliano, la mostra racconta la nascita della comunicazione di massa avvenuta in occasione del conflitto, il cambiamento di prospettiva, di temi e di linguaggio. Fulcro della mostra è il manifesto, moderno strumento di comunicazione: in un allestimento insolito, multimediale e musicale, sono esposte circa ottanta lavori, italiani e europei. Nella sede di Vicenza a Palazzo Leoni Montanari, la mostra ha per protagonisti gli artisti soldati diretti testimoni della guerra. Circa centotrenta opere testimoniano, attraverso dipinti e disegni, la realtà del fronte italiano. In esposizione, tra gli altri, opere di Innocente Cantinotti, Achille Beltrame, Italico Brass e le fotografie di Luca Campigotto, realizzate nel 2013, nell’ambito del progetto Teatri di guerra, curato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.



Collegamenti

Articoli correlati In rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha