Condividi
  • Facebook
  • Twitter
5/4/2011

Ancona: polemiche sull’annullamento della mostra di Federico Solmi alla Mole Vanvitelliana

Una censura violenta, ingiusta e immotivata, un attacco alla libertà di espressione, e un casus belli che non esiste, perchè nessun'opera blasfema sarebbe stata esposta alla Mole Vanvitelliana di Ancona. Così l'associazione Mac-Manifestazioni Artistiche Contemporanee, presieduta da Monica Caputo, ha spiegato in una conferenza stampa il ricorso al Tar contro l'amministrazione dorica, che prima ha concesso gli spazi della Mole per una mostra di Federico Solmi (artista premio Guggheneim 2009), in programma dal 10 giugno al 31 luglio, e poi ha ritirato la disponibilità, per il rischio che l'allestimento potesse recare offesa alla comunità dei credenti, in vista del Congresso eucaristico del 3-11 settembre. Oggetto del contendere, l'opera di Solmi The Evil Empire, una satira sul potere millenario della Chiesa, che tuttavia, la Mac, d'accordo con l'artista, si era impegnata con una nota integrativa scritta a non esporre, proprio in segno di rispetto per il Congresso eucaristico. Il curatore dell'allestimento, Gabriele Tinti, la Caputo e gli avvocati Cristiano Teodoro e Lorenzo Gnocchini hanno detto che Solmi, presente con sue mostre in tutti i principali musei del mondo, in estate sarà alla Biennale di Venezia, non può essere trattato in questo Modo. L'istanza cautelare sarà discussa al Tar il prossimo 21 aprile.
torna all'inizio del contenuto