Condividi
  • Facebook
  • Twitter
22/10/2012

La riviera dell’arte contemporanea

La Liguria vanta pregevoli collezioni del Novecento, conservate nel Museo di Villa Croce a Genova, al Camec della Spezia e a Palazzo Gavotti a Savona. Per valorizzare queste raccolte è stato istituito da poco un centro regionale, il Crac


Genova | La Spezia | Savona

La Liguria vanta alcune pregevoli collezioni d’arte contemporanea, che l’amministrazione della Regione ha deciso di valorizzare creando un coordinamento tra le istituzioni museali che se ne occupano: è nato così il Crac - Centro Regionale per l’Arte Contemporanea, al quale collaborano la Fondazione regionale per la Cultura e lo Spettacolo, i comuni di Genova, La Spezia e Savona e la Fondazione Palazzo Ducale di Genova. Operativo da qualche mese, il Crac ha dato vita al suo primo progetto espositivo: la mostra “In astratto - Arte astratta in Italia 1930-1980”, attualmente in corso al Camec della Spezia dopo l’anteprima estiva all’Estorick Collection di Londra.
 
Del Crac fanno parte tre istituzioni deputate alla promozione dell’arte contemporanea: il Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce a Genova, il Camec - Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia e Palazzo Gavotti - Fondazione Museo di Arte Contemporanea Milena Milani in memoria di Carlo Cardazzo a Savona.
Crac - Centro Regionale per l'Arte Contemporanea, Liguria
Crac - Centro Regionale per l'Arte Contemporanea, Liguria

Multimedia correlati

torna all'inizio del contenuto