Condividi
  • Facebook
  • Twitter
9/3/2015

Movio, le mostre virtuali crescono

Grazie al kit open source realizzato dall’Iccu sono state allestite molte esposizioni online e valorizzati contenuti culturali altrimenti difficilmente accessibili e fruibili. Ecco alcuni esempi, diversi per tipologia e ambito disciplinare, dalla scienza all’archeologia alla storia


Cento anni dal terremoto della Marsica, 1915-2015 | Sulle orme di Eracle. Eracle nell'immaginario etrusco | Giuseppe Gioachino Belli. Impiegato nell'amministrazione pontificia (1807-1845) | Federigo Melis in Africa Orientale 1940-1944. La guerra attraverso documenti e testimonianze dal suo archivio | Vedere la Grande Guerra. Immagini della Prima Guerra Mondiale

Un altro progetto espositivo che affianca reale e virtuale, è “Sulle orme di Eracle”, curato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale in collaborazione con la Soprintendenza per il Polo Museale Romano e la Fondazione “Claudio Faina”, con quattro istituzioni museali coinvolte: il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e la Galleria Nazionale di Arte Antica a Palazzo Corsini di Roma, il Museo dell’Agro Falisco nel Forte Sangallo di Civita Castellana (Viterbo) e il Museo “Claudio Faina” di Orvieto (Terni).

La mostra digitale “Eracle nell'immaginario etrusco” utilizza i contenuti della mostra reale (conclusasi lo scorso novembre), immagini e testi, adattati alla fruizione per il web, integrandoli con risorse video e audio realizzate appositamente. Il percorso online comprende un’introduzione sulla vita dell’eroe mitologico, protagonista delle leggendarie dodici fatiche, a ciascuna delle quali è dedicata una specifica sezione. Non mancano mappe interattive dei luoghi e un’area riservata ai più piccoli, “Ascolta le storie di Eracle”.

screenshot di "Sulle orme di Eracle"
screenshot di "Sulle orme di Eracle"

torna all'inizio del contenuto