Condividi
  • Facebook
  • Twitter
9/3/2015

Movio, le mostre virtuali crescono

Grazie al kit open source realizzato dall’Iccu sono state allestite molte esposizioni online e valorizzati contenuti culturali altrimenti difficilmente accessibili e fruibili. Ecco alcuni esempi, diversi per tipologia e ambito disciplinare, dalla scienza all’archeologia alla storia


Cento anni dal terremoto della Marsica, 1915-2015 | Sulle orme di Eracle. Eracle nell'immaginario etrusco | Giuseppe Gioachino Belli. Impiegato nell'amministrazione pontificia (1807-1845) | Federigo Melis in Africa Orientale 1940-1944. La guerra attraverso documenti e testimonianze dal suo archivio | Vedere la Grande Guerra. Immagini della Prima Guerra Mondiale

Movio è un kit open source gratuito per realizzare mostre digitali per il web, fruibili anche attraverso dispositivi mobili. È stato realizzato dall’Iccu – Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche, grazie al contributo della Fondazione Telecom Italia (Bando 2011) e nell’ambito del progetto AthenaPlus.

Il suo obiettivo è promuovere l’accessibilità e la fruibilità dei contenuti culturali digitali: le mostre virtuali possono rendere fruibili quantità di documenti e oggetti di gran lunga superiori rispetto alle mostre reali; rendere disponibili opere preziose senza trasferirle e metterle a rischio; rendere accessibili opere inaccessibili; permettere la visione di dettagli altrimenti non percepibili; possono essere realizzate con costi ridotti ed essere modificate e arricchite dai contributi degli utenti; non hanno limitazioni di tempo e spazio.

Chiunque può avvalersi di Movio: musei, biblioteche, archivi, istituzioni pubbliche e private, associazioni culturali, scuole, università, studenti, ricercatori... Il prossimo corso base sull’uso di questo strumento è in programma a Roma, nella sede dell’Iccu, presso la Biblioteca Nazionale Centrale, il 18 marzo (ore 9.30-16.30).

A illustrare l’efficacia del kit valgono soprattutto le mostre già realizzate. Ecco alcuni esempi, diversi per tipologia e ambito disciplinare.

il kit open source gratuito Movio
il kit open source gratuito Movio

In rete

torna all'inizio del contenuto