Condividi
  • Facebook
  • Twitter
28/4/2012

Un mare di biodiversità

Le aree marine protette costituiscono un patrimonio naturale ricchissimo e spettacolare. Flora, fauna e archeologia ne fanno le mete ideali per un turismo sostenibile rivolto sia agli adulti che ai ragazzi. Dal Golfo di Trieste alle Isole Egadi, coste, acque e fondali riservano una varietà di opportunità ed emozioni   


Riserva Naturale Marina di Miramare | Area Marina Protetta del Parco delle Cinque Terre | Area Naturale Marina Protetta Isole di Ventotene e Santo Stefano | Area Marina Protetta Isole Tremiti | Area Marina Protetta Capo Rizzuto | Area Marina Protetta di Tavolara - Punta di Coda Cavallo | Area Marina Protetta delle Isole Egadi

Con la proposta del governatore della Toscana, Enrico Rossi, di creare un’area marina protetta in quella zona compresa tra il nord della Sardegna, la Costa Azzurra e la costa maremmana, chiamata “Santuario dei Cetacei”, ritorna l’attenzione sullo stato dei parchi marini italiani che, nel tempo, hanno progressivamente assistito al drastico ridimensionamento delle proprie risorse: negli ultimi dieci anni, infatti, il Ministero per dell’Ambiente ha ridotto i fondi del 70 per cento e l’attuale governo presieduto da Mario Monti ha deciso per uno stanziamento, destinato alle trenta aree protette italiane, di 3,6 milioni di euro, pari allo 0,0002 per cento del prodotto interno lordo. Una politica di tagli, in materia di temi ambientali, in netto contrasto con l’interesse suscitato dalle nostre riserve naturali  nel mondo e non solo; secondo una recente indagine della Coldiretti si prevede che, a causa della crisi economica, la maggior parte degli italiani, per le vacanze estive,  preferirà destinazioni turistiche di genere naturalistico, ecologico, ambientale, rispetto a mete esotiche. Considerando che il turismo dovrebbe essere uno dei maggiori attrattori per l’economia del nostro paese, appare chiaro come disporre di risorse limitate comporti il peggioramento delle attività di  tutela e di controllo su queste aree e metta a rischio migliaia di posti di lavoro di operatori del settore. Questo significa una costante minaccia di degrado per le oasi naturalistiche incontaminate che, da Nord a Sud, passando per il Centro, costituiscono il prezioso patrimonio naturale e culturale del nostro paese.
Tartaruga comune (Carreta carreta), area marina protetta di Tavolara, Sardegna
Tartaruga comune (Carreta carreta), area marina protetta di Tavolara, Sardegna

torna all'inizio del contenuto